Risorge Conte. E anche un po’ Savona

Risorge Conte. E anche un po’ Savona
ANSA
  • Un'accelerazione delle trattative sfocia nell'incarico. L'ingresso di Fdi nell'esecutivo sfuma all'ultimo per le resistenze dei grillini. Ma Matteo Salvini ottiene l'astensione che spacca in tre il centrodestra.
  • Oggi il giuramento, lunedì la fiducia. Il Tesoro a Giovanni Tria, professore a Tor Vergata, di formazione socialista, ex collaboratore di Renato Brunetta. Non predica l'eurexit ma contesta la concorrenza sleale della Germania. L'economista bocciato dal Quirinale ritorna in gioco alle Politiche europee: il Corriere l'ha attaccato pubblicando una mail privata e alludendo a logge massoniche. Ma lui ha resistito e sarà della partita.
  • A Matteo e Gigino i posti di vicepremier. Enzo Moavero Milanesi agli Esteri, Difesa alla grillina Elisabetta Trenta.
  • Dopo quattro giorni trascorsi ad aspettare, il premier di scorta al servizio di Mattarella ha rimesso il mandato Il suo governo non ha mai avuto i voti, l'ha ammesso lui stesso: «Soluzione politica è di gran lunga la migliore».
  • Dopo quattro giorni trascorsi ad aspettare, il premier di scorta al servizio di Sergio Mattarella ha rimesso il mandato Il suo governo non ha mai avuto i voti, l'ha ammesso lui stesso: «Soluzione politica è di gran lunga la migliore».

Lo speciale contiene cinque articoli

Vince Vannacci: la faccia della Egonu non rappresenta l’italianità
Roberto Vannacci (Ansa)
La pallavolista si era sentita offesa da «Il mondo al contrario». Il giudice: «Frase forse impropria, ma non denigra nessuno».
Il difficile bivio della Meloni per strappare alla Ue un bel risultato per il Paese
Giorgia Meloni (Getty images)
Passare all’incasso può scoprire il premier a destra. I polacchi dell’Ecr son già tentati di uscire. E gli elettori vogliono una svolta.
Vertici Ue, l’ansia da trattativa lampo serve soltanto a tutelare Macron
Antonio Tajani e Ursula von der Leyen (Ansa)
Antonio Tajani presenta le richieste dell’Italia: «Una vicepresidenza e un commissario di peso». La fretta comunque è tutta di Parigi, terrorizzata dalla possibile vittoria di Marine Le Pen. E anche Olaf Scholz spera in un’«intesa veloce».
Spread e Borsa inquietano la Francia ma la Bce la tiene ancora sulla corda
Christine Lagarde ed Emmanuel Macron (Ansa)
Con Marine Le Pen avanti nei sondaggi, Christine Lagarde rallenta sull’acquisto dei titoli di Stato, in fibrillazione per il panico scatenato da Emmanuel Macron. Il listino di Parigi è superato da Londra. Domani il verdetto della Ue sul deficit.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings