La Verità - L'editoriale
In primo piano

C’è anche un giudice che non coccola le Ong

Ansa

Il Tar respinge il ricorso della Sea Watch contro il decreto Sicurezza bis: la nave carica di migranti non può entrare in acque italiane. Chiusi i porti, resta il nodo dei clandestini rispediti qui dal Nord Europa, quelli per i quali il Pd diceva che non dovevamo preoccuparci.

In primo piano

Ma Renzi fischietta e parla di Monti...

Ansa

Finalmente Renzi ha parlato. Erano giorni che aspettavamo di sentire la sua opinione. Sempre pronto a twittare anche se in Arabia, veloce a collegarsi via Facebook anche mentre è in missione speciale in Qatar, rapido a mettere in rete le sue e-news anche quando gira il mondo per le sue ricercatissime (e pagatissime) conferenze, ci pareva impossibile che l'ex presidente del Consiglio se ne stesse zitto mentre infuria lo scandalo delle toghe. Soprattutto, ci pareva impensabile che una vicenda tutta interna al Pd renziano, con un pezzo di Giglio magico sotto accusa, potesse vederlo silente e in difesa. Se c'è una cosa che va riconosciuta all'ex premier ed ex segretario è che al momento opportuno non si è mai tirato indietro. Tanto per dire, quando la Procura di Firenze (...)

In primo piano

Caos nomine. È in atto il ritorno al passato

Ansa

Invece del chiarimento che sarebbe necessario, nella magistratura avanza la restaurazione. Approfittando dello scandalo del mercato delle nomine ai vertici delle Procure che ha coinvolto Luca Lotti e alcuni giudici, gli equilibri del sindacato delle toghe, e dunque della stessa magistratura italiana, stanno ritornando al passato, ossia a quando nei tribunali a dettare legge era la corrente di sinistra di Magistratura democratica. Lo so che tutto ciò, a un comune cittadino non addentro alle cose della Giustizia, può sembrare incredibile, ma è ciò che sta accadendo e per capirlo bisogna procedere con ordine. (...)

In primo piano

Il complotto c’era, ma per insabbiare le inchieste e la verità

Ansa

Cercare di condizionare una funzione pubblica è un reato: per abuso d'ufficio si può finire al gabbio per 4 o 10 anni e se poi, per modificare l'esito di un concorso, si compie anche un falso, alla condanna rischiano di aggiungersi altri 3 o 6 anni, a seconda della gravità del caso.

In primo piano

Tutti a casa. A partire dall'uomo di Renzi

Ansa

Questa storia del Consiglio superiore della magistratura, che un giorno dopo l'altro vede cadere i suoi consiglieri, accusati a torto o ragione di aver tramato per condizionare i vertici delle Procure e sottometterli alla politica, mi ricorda per certi versi la storia dei dieci piccoli indiani di Agatha Christie. Nel giallo più venduto del mondo le persone riunite (...)

In primo piano

Lo scandalo Csm arriva al Quirinale. «Repubblica» si spaventa

Ansa

Le inchieste della magistratura vanno bene. E anche le intercettazioni ambientali. Ma appena sfiorano il Quirinale, diventano fango. Anzi, un complotto per colpire il capo dello Stato. A Repubblica ormai non hanno più neppure il senso del ridicolo così, dopo aver cavalcato con Carlo Bonini l'inchiesta sul mercato delle toghe, tirano il freno perché dagli atti dell'indagine della Procura di Perugia rischiano di uscire indiscrezioni imbarazzanti che riguardano l'entourage di Sergio Mattarella. Non è la prima volta che il quotidiano debenedettiano è costretto a procedere a passo di gambero, ma in questo caso il dietrofront a favor di Colle è così smaccato (...)

In primo piano

Sulle cassette di sicurezza nessuna tassa solo tanta disinformazione

iStock

Ieri mattina alcuni giornali annunciavano «l'ennesima» fregatura del governo del cambiamento: in arrivo nientepopodimeno che una tassa patrimoniale sulle cassette di sicurezza, ovvero sugli averi e i denari che gli italiani custodiscono nei caveaux delle banche. Siccome molti di loro temono i furti e le rapine in casa, mentre altri non si fidano a lasciare sul conto corrente la propria liquidità, per paura che la banca fallisca, ma soprattutto che lo Stato la espropri come fece in una notte Giuliano Amato, nei mesi scorsi ci sarebbe stata la corsa ad accaparrarsi le cassette di sicurezza, (...)

In primo piano

Il quotidiano dei vescovi mette in prima pagina lo spot a favore dell’islam

iStock

Su Avvenire l'invito a comprare il volume che spiega la fede musulmana attraverso 12 versetti del Corano. Per mostrarne il volto di «religione di pace».
In primo piano

Tutti dicono di aver vinto ma il Pd esce a pezzi

Ansa

Come ai tempi della prima Repubblica, tutti dicono di aver vinto. E dunque dovremmo dire che, dopo le elezioni amministrative di domenica, non c'è niente di nuovo da segnalare. In realtà qualche cosa di nuovo c'è, ed è sufficiente dare un'occhiata ai risultati senza tener conto delle dichiarazioni dei leader politici.

In primo piano

Renzi attacca me. Ma l’accusa più grave è di un suo compagno

Ansa

L'ex premier tuona contro questo giornale perché osa criticare le sue politiche sulla giustizia. Esattamente come il dem Franco Roberti.