La Verità
Home
In primo piano

La vera specialità del Cnr è l’assunzione dei parenti

Immagino che più di un lettore, leggendo il titolo di prima pagina della Verità («Dirigente Cnr: drogare gli italiani così non voteranno più per Salvini»), ieri si sia chiesto: «Ma al Consiglio nazionale delle ricerche non hanno nulla di meglio da fare che studiare come far digerire quote sempre maggiori di immigrati agli italiani?». La risposta è no: al Cnr, ente statale sotto il controllo del ministero dell'Istruzione, non hanno di meglio da fare e preferiscono suggerire come drogare con l'ossitocina, un ormone utilizzato per indurre il travaglio nelle partorienti, ma anche per favorire la produzione di latte materno, le persone ritenute xenofobe o razziste.

In primo piano

Questi immigrati «ci servono»? No, grazie

Sette - Corriere della Sera

Il settimanale del «Corriere» vuole convincerci che dobbiamo dare lavoro a persone come Sheikh Faal. Il ventiduenne del Gambia però, come ammette lui stesso, stava bene nel suo Paese e non è scappato da guerre o carestie. E allora perché deve restare qui?
In primo piano

Chi si rivede, è tornata lady Moas e da Twitter spara contro il governo

  • Regina Catrambone, la facoltosa «salvatrice» di immigrati, aveva spostato le sue navi nel Sudest asiatico per sfuggire ai sospetti di relazioni pericolose con gli scafisti. Ora rompe il silenzio, ovviamente contro Matteo Salvini.
  • Alle Ong non importa se l'Egeo è un cimitero. Da anni al largo delle coste di Turchia e Cipro si susseguono i naufragi, ma i volontari non sembrano accorgersene. Forse ai professionisti dell'accoglienza interessano solamente quelle vittime di cui possono servirsi per incolpare Salvini.
  • Giuseppe Conte non molla sul piano Sophia: «Porti chiusi alle navi europee». Al Comitato politico e di sicurezza del Consiglio Ue il governo tiene duro sugli attracchi di chi soccorre i naufraghi. L'asse con Austria e Germania intanto si rafforza: la priorità sono i confini del nostro Paese.

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

Toh, Confindustria ha l’ansia di assumere però non lo fa: «Colpa del governo»

LaPresse

Per l'associazione imprenditoriale l'azione dell'esecutivo rende asfittico il mercato del lavoro. Le cose non stanno proprio così.
In primo piano

Il ridicolo safari del Pd che «torna» in periferia

LaPresse

Riunione simbolica a Tor Bella Monaca: un flop, pare una gita e il rione insorge. La sinistra non sa più cosa sia il proletariato.
In primo piano

«Il mio Vaticano meglio di quello vero. Con uno scatto catturo l’attimo perfetto»

Il fotografo Massimo Listri ha svelato l'anima delle opere e delle dimore più celebri «Scopro ciò che a occhio nudo non si vede e regalo la vera bellezza».
In primo piano

Lo Stato scippa l’archivio Vasari agli eredi

Scontro senza esclusione di colpi sul più grande patrimonio storico del Rinascimento. Il Mibact ordina l'esproprio, i proprietari però denunciano anomalie e un misterioso furto. Il malloppo è ricomparso negli Usa, presentato da dirigenti pubblici italiani.
In primo piano

L’Ungheria torna a fare figli (senza migranti)

LaPresse

Lo Stato sovranista vive un inverno demografico proprio come l'Italia. Ma dal 2011 il tasso di fecondità cresce grazie agli incentivi economici varati dal governo di Viktor Orbán, che ha valorizzato la famiglia. Alla faccia della salvezza in arrivo dai barconi.
In primo piano

Lo sportivo più pagato non è un calciatore: è il pugile Floyd Mayweather

In primo piano

La legittima difesa non eccita il M5s però ricompatta il centrodestra

LaPresse

Parte al Senato la discussione su cinque diversi progetti di legge. La freddezza dei magistrati frena i grillini. Alfonso Bonafede: no alla liberalizzazione delle armi. Fi pressa la Lega: niente processi per chi è aggredito in casa.