I ragazzi che si contagiano a scuola sono la chiave per battere il Covid

Giorgia Meloni ha annunciato di non avere alcuna intenzione di sottoporre la propria figlia di 5 anni al vaccino anti Covid. Lo ha detto perché è una no vax? No, la leader di Fratelli d'Italia non pensa che con l'iniezione di un siero le multinazionali ti impiantino chissà quale sistema di controllo. Né ritiene che il farmaco sia un ritrovato del demonio o che il coronavirus si possa curare con la curcuma o con i rimedi suggeriti da Cagliostro, come qualche apprendista stregone va dicendo.
Giovanna Boda, Maria Elena Boschi (Ansa)
Un'intercettazione svela le manovre per portare la dirigente a capo del dipartimento dell'Istruzione nel governo Draghi Per spingere la candidatura pressioni pure su Quirinale e Vaticano. La nomina forse saltata per l'indagine per corruzione.
Julienne Lusenge, l'attivista vincitrice dell'Aurora Prize 2021 (Facebook)
L'umanità si sta svegliando e chi contribuisce a questo risveglio viene premiato con 1 milione di dollari da spendere per la causa difesa. È successo a Venezia, in un soleggiato fine settimana autunnale, grazie all'Aurora Prize for Awakening Humanity. L'Aurora Prize, riconosciuto come il Premio Nobel per l'Umanità, viene assegnato ogni anno a partire dal 2015 a chi aiuta e assiste le persone in difficoltà mettendo a repentaglio la propria vita. È stato istituito in memoria dei sopravvissuti del Genocidio Armeno da tre fondatori armeni: l'ingegnere Noubar Afeyan (presidente e co-fondatore della società del vaccino Moderna), l'imprenditore e filantropo Ruben Vardanyan e lo storico Vartan Gregorian.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings