«La soluzione è il voto, non il governissimo»

  • Il capogruppo leghista alla Camera, Riccardo Molinari: «La soluzione migliore per noi è il ritorno alle urne, le condizioni ci sono. Al momento nemmeno sappiamo se si aprirà lo scenario per un un governo tecnico. Nel caso lo valuteremo».
  • Dopo Matteo Renzi, anche Nicola Zingaretti chiede a Giuseppe Conte un rilancio ma «niente crisi al buio». Luigi Di Maio ai suoi: se il governo cade, sarò comunque ministro nel prossimo esecutivo.

Lo speciale contiene due articoli.

Marta Cartabia (Ansa)
  • Il ministro lavora sui testi ereditati da Alfonso Bonafede: mancano idee e programmi su come riordinare la giustizia. Eppure il referendum Radicali-Salvini potrebbe aiutare il governo a intervenire sui nervi scoperti del settore.
  • Manager della società di intercettazioni sotto inchiesta a Firenze per il caso Palamara.

Lo speciale contiene due articoli.

Roberto Gualtieri (Ansa)
Enrico Letta va a rimorchio di un Movimento in liquefazione e, pur di non provocare la crisi in Regione, sacrifica Nicola Zingaretti a Roma, piegandosi alla discesa in campo di Roberto Gualtieri, meno indigesto a Virginia Raggi. Ma intanto, l'intesa col partito di Giuseppe Conte naufraga a Milano e Torino.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings