Daniele Capezzone
In primo piano

Salvini striglia Tria sugli sbancati: «Firmi il decreto, non aspetti l’Ue»

Ansa

Il vicepremier accelera sulla questione degli indennizzi ai risparmiatori travolti dalle crisi bancarie. Il ministero aveva paventato il rischio di sanzioni a causa del contrasto tra i rimborsi e i paletti europei.
In primo piano

Pensioni più leggere per 3 milioni di italiani

Ansa

Dal primo aprile scatta la mancata indicizzazione. Secondo il centro studi di Alberto Brambilla, con assegni sopra i 2.565 euro lordi la perdita media è di 10 euro al mese. E dal taglio sui trattamenti sopra i 100.000 euro il gettito è di soli 120 milioni.
In primo piano

Renzi si agita per far capire che c’è e invitare Zingaretti a «star sereno»

Ansa

Le ossessive presenze in tv, il docuflop, le ospitate per il libro: il Bullo si dà da fare per marcare il territorio. Nella pervicace convinzione che ci sia un pubblico pronto a invocare il suo ritorno. Magari a Palazzo Chigi.
In primo piano

Mattarella spiazza i fan. Uomo Usa? Mica vero, è lui che ha aperto ai cinesi

Ansa

  • Indicato come il padre severo che richiama i monelli del governo alla fedeltà atlantica, in realtà il presidente si è esposto moltissimo in favore dell'accordo.
  • Xi Jinping ha incontrato il capo dello Stato, Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati e ha chiarito di «guardare con rispetto al dibattito in corso all'interno della Ue».
  • Nel Memorandum, i due Stati si impegnano a «realizzare scambi commerciali e investimenti aperti e liberi, per contrastare gli squilibri dell'unilateralismo».

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

«Distruggere le Popolari serviva a favorire i colossi internazionali»

Ansa

Il presidente dell'associazione di settore Corrado Sforza Fogliani: «Manovra Ue attuata con il bail in. Matteo Renzi ha incoraggiato l'oligopolio, non la concorrenza. Per sostenere crescita e imprese, però, servono istituti di credito locali».
In primo piano

Parigi prima taglia i rapporti Ue-Usa e poi critica l’accordo Italia-Cina

Ansa

Mentre il Parlamento autorizza il governo alla firma del memorandum sulla Via della seta, Emmanuel Macron entra a gamba tesa e invoca l'arbitro europeo. Il suo timore è che Pechino possa snobbare l'asse francotedesco.
In primo piano

Michele Geraci: «Ho voluto io il patto con la Cina. È un modello, ce lo copieranno»

Ansa

Il sottosegretario: «L'export verso Pechino crescerà di 7 miliardi e risponderemo alle preoccupazioni Usa, ma sul rischio colonizzazione Giorgetti può stare tranquillo».
In primo piano

Berlusconi respinge le accuse: «Non l’ho mai vista né conosciuta»

Ansa

Il fondatore di Forza Italia: «Addolorato per la scomparsa di una donna giovane, ma le sue affermazioni erano cose assurde». Però al «Corriere della Sera» Emilio Fede rivela che «alle cene ad Arcore lei c'era».
In primo piano

Moody's rinvia il voto sull'Italia. Fra 20 giorni si aspetta il Def

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Era atteso per ieri sera all'ora di cena italiana il giudizio di Moody's, ma, come non di rado capita per le principali agenzie di rating, l'oracolo ha deciso di non esprimersi, di fatto rinviando la decisione. Non solo: come accade in questi casi, secondo il ben noto codice di comportamento, l'agenzia si è astenuta da note, dichiarazioni, commenti. In molti ci hanno visto una scelta benevole o malevola. In realtà è solo tecnica in vista di eventi rilevanti per il Pil.