La paga di Tridico è solo l’ultimo dei problemi

I difensori di Pasquale Tridico frignano dicendo che il presidente dell'Inps guadagna meno di altri boiardi di Stato. Vero. Ma nessuno ha mai sostenuto che il numero uno dell'ente avesse uno stipendio superiore a quello del governatore della Banca d'Italia o del direttore dell'Agenzia delle entrate. Il problema è che Tridico, in linea con la narrativa grillina contro la Casta, fino a prima di triplicare il suo stipendio minacciava di querela chiunque parlasse di un aumento del suo emolumento. La questione dunque non è quanti euro incassa il professore che tiene in pugno le pensioni degli italiani, ma quante balle racconta, e se sia il caso che un tizio così, che ancora inventa scuse sui ritardi dell'istituto nel pagamento della cassa integrazione e dei bonus, debba rimanere alla guida dell'Inps.
Fabio De Pasquale (Getty Images-Ansa)
Assolti in appello anche i due presunti mediatori della immaginaria maxi tangente in primo grado condannati a 4 anni di carcere. Restituiti pure 112 milioni confiscati.
Ansa
L'articolo 5 del ddl Zan prevede pene durissime: sospensione della patente, coprifuoco e prestazioni di attività non retribuite.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

A finire in ginocchio è stato Letta

L'editoriale - video
Trending Topics
Change privacy settings