Se si impantana senza i numeri il centrodestra fa la fine del M5s

Certo: centrodestra unito. Certo: Salvini premier. Certo: non-si-può-non-tenere-conto-del-voto-del-Friuli Venezia Giulia. Certo: bisogna ripartire dai programmi, la coalizione cresce ancora, è compatta e a questo punto l'incarico per formare l'esecutivo sarebbe naturale. Certo. Ma poi dove si trovano i voti? Si fa un governo di minoranza, come dice Berlusconi? Si vanno a chiedere ai 5 stelle, come forse vorrebbe Salvini? Si vanno a raccattare in giro per il Parlamento, fra transfughi e pentiti, grillini desiderosi di tenersi l'intero stipendio o piddini più o meno mascherati? E ha senso andare al governo con una maggioranza di questo genere? O al centrodestra, piuttosto, conviene puntare tutte le fiche su nuove elezioni?
iStock
Due prodotti gastronomici unici della più grande isola lacustre d'Europa. Conquistarono Alessandro Manzoni e i sensi della George Sand e Frédéric Chopin
iStock
  • L'Aigo ha stilato un vademecum per rendere la consegna a casa sicura e sana dal punto di vista alimentare. Una pratica che sembra interessare sempre più italiani. Le richieste di cibo «healthy» sono infatti cresciute del 72% negli ultimi sei mesi.
  • Quattro ristoranti d'Italia tutti da scoprire. Dalle ricette in scatola di Particolare alla «Sicilia contemporanea» di Terramare.

Lo speciale contiene cinque articoli.

In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings