Ecco che cosa succede quando si critica il politicamente corretto

True

Martedì scorso sulla Verità ho pubblicato un articolo dedicato alla linea di cosmetici lanciata da Rihanna, Fenty Beauty. La cantante, nel presentare i nuovi prodotti, ha battuto e ribattuto sul tasto dell'inclusione: «Fenty Beauty è stata creata per tutti», ha spiegato. «Per donne di tutte le carnagioni, personalità, caratteri, culture e razze. Volevo che chiunque si sentisse incluso. Questa è la vera ragione per la quale ho creato questa linea». Nell'articolo mi sono stupiti del fatto che Rihanna parlasse di «donne di tutte le razze». Un mantra che ritorna spesso nell'eloquio progressista recita che le razze non esistono. Ma se suddividere gli esseri umani in razze è, appunto, da razzisti, perché Rihanna – notoriamente progressista – può farlo? Di fronte a questa contraddizione, ho scritto un commento sarcastico: «In questo caso le razze esistono» (testuale).

Marta Cartabia (Ansa)
La Guardasigilli si smarca dal premier e apre alla «improcedibilità» per i reati di mafia e terrorismo: teme danni d'immagine. Giuseppe Conte incassa la vittoria ma deve rinunciare al pugno duro sulla corruzione. E Forza Italia vuole l'abolizione dell'abuso d'ufficio
Marco Travaglio (Ansa)
Il direttore del Fatto attacca in pubblico il premier e gli dà del figlio di papà mentre è rimasto orfano a 15 anni. Il ministro «miracolato» dall'ex banchiere centrale non fa una piega e si scatena la polemica.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings