I dolci dopo le statue, il totalitarismo avanza

I dolci dopo le statue, il totalitarismo avanza
Ansa
  • La furia iconoclasta degli antagonisti è l'esito violento di una tendenza in voga ormai da qualche anno. E che punta a creare individui senza passato facilmente manipolabili.
  • La catena di supermercati svizzera Migros mette al bando i «moretti», dolci tradizionali ora considerati offensivi nei confronti dei neri. In mezza America presi d'assalto i monumenti dedicati a Cristoforo Colombo.
  • La distruzione delle opere culturali sgradite è stata una caratteristica di tutti i regimi comunisti: i sovietici fecero ecatombi di testi, Pol Pot superò i nazisti sul piano della brutalità.

Lo speciale contiene tre articoli.

Draghi lasciato solo sul tetto. L’Ue ci impone il taglio del gas
Mario Draghi (Antonio Masiello/Getty Images)

Rinviata a ottobre l’eventuale discussione sul «price cap» invocato dal premier. Una soluzione di dubbia efficacia, visto che Vladimir Putin ha il coltello dalla parte del manico. Però Bruxelles annuncia «riduzioni della domanda» coordinate. Tradotto: meno metano, razionamenti, produzioni a singhiozzo, licenziamenti.

La Commissione a luglio approverà un piano di emergenza «attraverso la riduzione della domanda». Andiamo verso razionamenti per le imprese. Dopo Mario Draghi, pure Ursula von der Leyen attacca i condizionatori. Berlino pensa di riconvertire il Nord stream 2 per il Lng.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings