Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
  • Il documento di Carlo Maria Viganò illumina le ragioni della svolta «liberal» impressa da Francesco alla Chiesa Usa A partire dalla sostituzione di Raymond Burke, firmatario dei Dubia, con Donald William Wuerl, pupillo del porporato molestatore.
  • L'honduregno Oscar Rodriguez Maradiaga, accusato anche dalla testimonianza dell'ex nunzio, insulta un cronista perché scrive degli scandali gay che lo circondano a Tegucigalpa. Ma una lettera di 48 seminaristi della sua diocesi conferma: qui l'omosessualità è una «epidemia».

Lo speciale contiene due articoli

Tutti i vescovi legati a McCarrick hanno fatto guerra ai conservatori
Change privacy settings
Articles By Author
Sequestrati i verbali dei cda di Aspi. Ipotesi esplosione dietro il crollo
Ansa
  • I pm indagano sul via libera alla manutenzione e puntano ai consiglieri. La pista incidente con 30 bombole di acetilene.
  • Il titolare della iWim, che ha brevettato un sistema di pesatura per veicoli in movimento: «Il 5% dei grandi camion in circolazione sfora il limiti di portata Toninelli vuole investire in tecnologie? Fa bene, si possono salvare vite».
  • Antonio Bargone scoperto in Puglia da Max, prima ha lavorato alle cessioni della rete ai privati, poi è stato assunto dal gruppo veneto.

Lo speciale contiene tre articoli

È crollato pure il ponte arcobaleno di chi sponsorizzava il mix razziale
Assieme ad affari e relazioni politiche dei Benetton, lo scandalo del viadotto travolge anche la retorica globalista e contro la famiglia tradizionale che il gruppo portava avanti da anni con le sue campagne di moda.
«Soros ha i soldi e un programma: gli manca legittimità democratica»
Ansa
Eduard Habsburg-Lothringen, ambasciatore ungherese presso la Santa Sede: «È una forza antagonista che vuole influenzare le politiche nazionali. Siamo europeisti per vocazione, ma crediamo in una Ue rispettosa dell'autonomia dei singoli Stati».