Usa 2020: il Russiagate continua a sbriciolarsi

True

Mentre si avvicinano le presidenziali del 3 novembre, il Russiagate continua a perdere pezzi. Giovedì, è stato rivelato dal ministro della Giustizia, William Barr, che una delle principali fonti su cui si basava il dossier, redatto dall'ex spia britannica Christopher Steele, sia stata indagata dall'Fbi tra il 2009 e il 2011 per sospetti contatti con l'intelligence russa.

Chiuse le elementari, ira dei genitori. Il Pirellone prova a giocare d'anticipo sul governo e si giustifica: «L'epidemia si aggrava».
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Calcio europeo: ricavi a picco

Pillole di numeri

Trending Topics

Change privacy settings