siria

La crescita del jihadismo salafita nel Sahel

Il Global Terrorism Index (Gti) ha rilevato un aumento sostanziale dell'attività estremista violenta nel Sahel tra il 2007 e il 2021 con Burkina Faso, Mali e Niger che hanno registrato rispettivamente 732, 572 e 554 morti in più nel 2021 rispetto al 2007.

Nel silenzio del mondo l'Isis si rafforza nel «Siraq»

La pandemia prima e la guerra in Ucraina poi, hanno contributo ad allontanare i media e l’opinione pubblica dal pericolo rappresentato dalle organizzazioni terroristiche islamiche. Nonostante questo i fondamentalisti violenti pensano molto a noi, tanto che nella propaganda che viene diffusa ogni giorno da decine di canali Telegram e siti web tradotti in 13 lingue l’uccisione dei kuffār (gli infedeli) è sempre raccomandata.

Erdogan ha invaso la Siria, ma tutti tacciono
Recep Tayyip Erdogan (Ansa)
  • Da giorni la Turchia effettua raid armati nel Nord del Paese con l’obiettivo di allontanare i curdi dal confine. Il Sultano, dopo il via libera a Finlandia e Svezia nella Nato, può fare i propri comodi. Sono lontani i tempi in cui si celebravano gli eroi di Kobane.
  • Cina in Russia per manovre militari. Nuovi scontri in Crimea. I separatisti del Donetsk: «Cooperiamo con la Corea del Nord».

Lo speciale contiene due articoli.

Diario di una settimana da taxi del mare
La nave Geo Barents di Médecins Sans Frontières (Ansa)
La Geo Barents di Msf era salpata da Taranto, dopo avervi scaricato 64 immigrati, lunedì scorso. Ha stazionato al largo della Libia per imbarcare clandestini, in molti casi senza ricevere Sos, dopodiché ha ripreso la rotta per l’Italia e ha chiesto un porto. Ieri sera lo ha ottenuto: di nuovo Taranto.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings