Il Regime in Redazione in edicola con La Verità e Panorama

Default Theme

scuola dad

Segregavano i giovani, ora fanno i loro alfieri
Imagoeconomica
I paladini dei ragazzi hanno voluto la Dad, subordinato lo sport alla tessera verde e criminalizzato la movida.
Gli studenti sbagliano le doppie ma il ministro prepara la Dad-ter
Patrizio Bianchi (Ansa)
La Stampa pubblica un report che mostra i danni della lotta sballata alla pandemia sull’apprendimento. Patrizio Bianchi vagheggia di buttare miliardi sulla didattica innovativa invece di investire su depuratori per le aule.
Scuola a pezzi. Ma non dovevate salvarla?
Patrizio Bianchi (Ansa)
  • Prof no vax pagati per non fare nulla, un concorsone ridicolo, la Dad che rimane, gli impianti di aerazione ignorati. E aule trasformate in depositi di banchi rotti. Il ministro Patrizio Bianchi aveva il compito di fare dimenticare Lucia Azzolina: sta riuscendo a fare peggio.
  • Il pedagogista Giorgio Chiosso: «Gli insegnanti sono lasciati soli, il senso di responsabilità di alcuni non basta a cambiare il sistema. Nel fare le scelte si pensa solo a non perdere tempo».
  • Quiz ai precari, il linguista Massimo Arcangeli: «Per il ministero sarebbe un problema se in troppi superassero le prove».

Lo speciale contiene tre articoli.

Non discriminate i bambini non vaccinati
Sebbene autorevoli ricerche e l’esempio di alcuni Paesi sconsiglino l’inoculazione, prosegue la campagna per pungere i più piccoli. A scuola chi non s’adegua è «punito» con la Dad, alla faccia del principio di precauzione e del diritto delle famiglie a educare i figli.
Dopo il bastone arriva la carota. Per gli ubbidienti spunta il premio
Ansa
Il governo inscena un illusorio ritorno alla normalità distribuendo contentini. Senza fondamento scientifico, ma utili a blandire chi è in regola. Come spiega Sergio Abrignani (Cts): «Niente Dad ai sì vax come ricompensa».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings