giuliano amato consulta

Il tabù di Amato, lo stakanovista tv
Giuliano Amato (Ansa)
Le maratone mediatiche del neo presidente della Consulta non affrontano mai il tema della dittatura sanitaria e delle misure liberticide del governo: perché questo silenzio?
  • La Consulta non ammette il referendum per liberalizzare la cannabis («nascondeva pure la legalizzazione della coca») e quello sulla responsabilità civile delle toghe. Via libera invece agli altri quesiti sulla giustizia per limitare lo strapotere della magistratura e il peso delle sue correnti nel Csm. Che la riforma Cartabia non riesce a intaccare.
  • Giuliano Amato bacchetta i promotori: «I riferimenti alle droghe pesanti violavano obblighi internazionali». Poi il richiamo al Parlamento: «Pensi ai temi etici». Festeggia Fdi.
  • Matteo Salvini esulta insieme a Forza Italia, ma restano le distanze con Fdi: «No alle polemiche, può nascere un centrodestra garantista».

Lo speciale contiene tre articoli.

Amato eletto capo della Consulta. Si ricompone il puzzle tecnocratico
Giuliano Amato (Ansa)
Alla Corte arriva Filippo Patroni Griffi. Il dottor Sottile: «Il nostro compito? Seguire la scienza».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings