Tag page

iStock
Può essere un primo passo, però i calcoli lasciano dubbi sulla sua reale efficacia. Quello che serve davvero è una sola misura che spazzi via l'intricata selva di sussidi.
Elena Bonetti (Ansa-iStock)
A causa del Recovery le cosiddette riforme vanno approvate in fretta. Possono slittare solo i provvedimenti a tutela della famiglia. Un anno di ritardo per una sbandieratissima misura di cui non si conosce l'ammontare.
Elena Bonetti (Ansa)

«Siamo d'accordo con il ministro delle Pari Opportunità e della Famiglia, tutti i bambini meritano attenzione. Per questo, per noi, la pratica dei bambini comprati all'estero tramite l'utero in affitto va combattuta e vietata. Un bambino nasce per natura da un uomo e una donna e, sull'assegno attribuito anche ai bambini che abbiano il padre o la madre impegnati in una relazione gay, il problema non è a valle ma monte. Va ostacolato l'utero in affitto, è questo il primo diritto che spetta ai nascituri» ha dichiarato Toni Brandi, presidente di Pro Vita e Famiglia onlus intervenendo sulle dichiarazioni di Elena Bonetti che si è detta a favore dell'assegno unico per tutti i bambini al di là del contesto familiare.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings