Omofobia, Pro Vita & Famiglia: «Zan non cerchi pretesto, con sua legge vuole in realtà introdurre il gender»

«Per il deputato Pd, Alessandro Zan, serve una legge contro l'omofobia. Ma non si vergogna? Condanniamo l'aggressione avvenuta a Valle Aurelia, la persona che ha posto in essere quegli atti violenti contro la coppia gay è da punire con tutte le aggravanti già riconosciute dal codice penale, rischiando quindi fino a 16 anni di carcere. Ma non sia questo il pretesto per leggi liberticide che vogliono introdurre il gender sotto mentite spoglie e indottrinare così i nostri figli». È quanto ha dichiarato Toni Brandi, presidente di Pro Vita e Famiglia dopo l'ennesima dichiarazione del deputato dem.

«Aspettiamo poi le indagini del caso, sperando di non scoprire che il movente omofobo sia falso come è accaduto in passato diverse volte» ha concluso la nota di Pro Vita e Famiglia.

Ansa
Prima di Bibbiano ci fu il caso dei presunti orchi del Modenese In cinque puntate il racconto delle famiglie cui furono tolti i figli
Enrico Rossi (Ansa)
Lo scandalo delle infiltrazioni della 'ndrangheta preoccupa i residenti. La Regione ora offre controlli gratuiti. Imbarazzo di Eugenio Giani: il governatore caccia il capo di gabinetto indagato, ma tace sull'altro dirigente coinvolto
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings