Paghiamo 25 milioni ogni anno per non espellere i clandestini - La Verità
Home
In primo piano

Paghiamo 25 milioni ogni anno per non espellere i clandestini

Ansa

Nel solo 2018, 60.000 migranti si sono opposti alle autorità che hanno negato loro lo status di rifugiati. E a oltre 21.000 tra questi è stato concesso il patrocinio gratuito: fino a 1.200 euro per causa, a carico dei contribuenti.
In primo piano

Salvini finché c’è respinge la Viking. I 365 immigrati sbarcano a Malta

Ansa

Il no del Viminale ha sortito come effetto che gli africani fermi da 14 giorni sulla nave norvegese delle Ong francesi verranno trasbordati a La Valletta. Saranno poi inviati nei Paesi europei disponibili ad accoglierli.
In primo piano

Il tribunale decide: porte aperte agli immigrati che si fingono gay

Ansa

Gli attivisti arcobaleno esultano per la «storica» sentenza della Corte d'appello di Trieste. Secondo il giudice non è necessario indagare sul vero orientamento sessuale di un richiedente asilo per concedergli accoglienza.
In primo piano

È il solito copione. La Procura sequestra Open arms e ordina: «Migranti a terra»

Ansa

Nella crisi di governo si è innestata la vicenda dell'Ong, che poco ha di umanitario e conferma una strategia politica anti Matteo Salvini.
In primo piano

Open arms va in Spagna, finita la pantomima

Ansa

  • Messo a disposizione un porto alle Baleari. L'Ong non ha più scuse per insistere con lo sbarco in Italia, però sostiene di non poter navigare: «Emergenza psicologica». Chiedono scafi governativi e poi addirittura un aereo: «Costa soltanto 240 euro a persona».
  • Gli spagnoli «accolgono» una barca che batte la loro bandiera e fanno demagogia sulla tolleranza. In realtà i clandestini crescono del 165% e Pedro Sánchez vuole arginare il fenomeno, proprio come la Lega.

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Si è costituito il killer della barista di Reggio

Ansa

Il marocchino Hicham Boukssid, già espulso due volte, era sporco (forse del sangue della vittima) quando è entrato in una caserma della città emiliana. Ha indicato ai militari l'esatto nascondiglio dell'arma del delitto. L'epilogo dopo dieci giorni di caccia all'uomo.
In primo piano

La Spagna offre un porto, Open arms rifiuta

Ansa

Solo adesso Pedro Sánchez propone all'Ong iberica di fare rotta verso Algeciras. Il comandante si impunta: «Non è possibile, i migranti devono scendere a terra subito». E l'imbarcazione chiede l'ingresso urgente a Lampedusa. Matteo Salvini: «Incredibile e inaccettabile».
In primo piano

Senza Salvini al governo porti aperti agli immigrati

Ansa

  • Il leghista sulla Open arms: «Decisione tua, sarà un precedente pericoloso». A terra le prime autodenunce: siamo maggiorenni.
  • Quei Paesi che ci hanno usati come deposito di esseri umani si sentiranno legittimati a continuare. Sugli under 18, poi, rischiamo il boomerang: le identità farlocche ormai sono un grimaldello.
  • Il responsabile del poliambulatorio di Lampedusa: «Non è colpa dei miei medici se su 13 migranti visitati c'era solo un caso di otite». Disposta un'ispezione sanitaria a bordo. Il camice bianco che ha scritto i referti sulla nave si è laureata nel 2017 e lavora da un anno.

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

La vera storia degli ipocriti dell’Ong iberica

Ansa

Open arms aveva tentato di convincere la Spagna a prendersi i migranti. La «solidale» Madrid, però, ha chiuso i porti per prima. Ma se di fronte a Pedro Sánchez gli attivisti hanno chinato la testa, nei confronti dell'Italia hanno iniziato la consueta battaglia politica.
In primo piano

Caso Open arms, arrivano le toghe. Si indaga per sequestro di persona

Ansa

La Procura agrigentina ha aperto un fascicolo sulla base degli esposti presentati dagli avvocati dell'Ong. Matteo Salvini impugna la revoca al divieto di ingresso. Il medico nega l'emergenza: «Gli sbarcati? Non erano malati».