Nel Regno Unito se ne sono accorti. C’è emergenza cristofobia nel mondo - La Verità
Home
In primo piano

Nel Regno Unito se ne sono accorti. C’è emergenza cristofobia nel mondo

iStock

  • Il ministro degli Esteri, Jeremy Hunt, ha commissionato al vescovo Philip Mounstephen un rapporto per esaminare natura e portata della persecuzione cristiana, in costante aumento, valutare la risposta del governo e le cose da fare.
  • Sulla «Civiltà cattolica» padre Giovanni Cucci si discosta dal pensiero unico dominante: «È una droga, chi ne è dipendente non vive la realtà».

Lo speciale contiene due articoli.

In primo piano

Altro allarme attentato nella polizia. Parigi trema: jihad dentro lo Stato

Ansa

Tensione a un corso per agenti. Segnalata arma non autorizzata, fermato un uomo. Intanto si allarga la rete del killer della prefettura: cinque arresti. Turista francese assassinato in Tunisia al grido di «Allah akbar»
In primo piano

Di Maio esulta per il finto embargo ai turchi

Ansa

Ue fantasma sulla crisi in Siria. Il consiglio dei ministri degli Esteri non va oltre la «condanna» dell'attacco di Ankara contro i curdi. Mentre sullo stop alle armi ognuno fa come vuole: i giallorossi si accoderanno a Francia e Germania, anche se non servirà a nulla.
In primo piano

Zaev voleva sostituire la lingua macedone. L'Europa lo ferma e lo sbugiarda

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Verso lo stop alla legge di Skopje per introdurre il bilinguismo è l'equiparazione all'albanese. La Verità in esclusiva assoluta, è riuscita ad avere accesso alla bozza ancora secretata del rapporto preparato dalla Commissione di Venezia. Nelle venticinque pagine del documento datato 27 settembre le critiche mosse alla riforma voluta da Zoran Zaev, nonostante il linguaggio diplomatico, sono feroci. Gli esperti internazionali, costituzionalisti e specialisti della protezione delle minoranze, vivisezionano la nuova legge sul bilinguismo giudicandola non solo inutile, ma perfino dannosa e non necessaria.

In primo piano

«Aggressione terroristica» a Manchester

Getty images

Un 41enne di colore ha seminato il terrore nel centro commerciale Arndale con un coltello «simile a un machete». Dopo aver ferito 4 persone, è stato neutralizzato con un taser. Non è chiaro se sia un estremista islamico. La città rivive l'incubo del 2017.
In primo piano

Dopo l’attacco di Parigi la polizia sommersa da minacce di stampo Isis

Ansa

Da quando l'islamista Mickaël Harpon ha ucciso 4 persone nella questura della capitale, nei commissariati cresce il timore di nuovi assalti armati.
In primo piano

Erdogan invade la Siria. E Putin approva

Getty Images

Primi raid turchi sulle città al di là del confine: «Portiamo la pace e combattiamo il terrorismo». Damasco e Teheran criticano, mentre Mosca fa da mediatrice. Un indebolimento delle milizie curde potrebbe non dispiacere al Cremlino e allo stesso Assad.
In primo piano

L’inutile catastrofismo sui dazi americani

Getty

Quante bugie e inesattezze da parte dei nostri giornali. Donald Trump non è «cattivo», è Bruxelles che ha dato aiuti illeciti ad Airbus. Il costo del Parmigiano lieviterà di 5 dollari al chilo, è vero, ma non sarà questo aumento a fargli perdere lo scontro con il Parmesan.
In primo piano

Trump lascia la Siria alla Turchia. Erdogan minaccia l’Ue con i migranti

Ansa

Gli Usa si ritirano: «Guerra tribale, i curdi sono stati ripagati per l'aiuto dato contro l'Isis». Ankara è pronta a invadere il Nord del Paese. Bruxelles si oppone, ma è impotente: il Sultano ci ricatta con migliaia di profughi.