stellantis

La crisi dei microchip mette a rischio pure i bancomat e le carte di identità
(Imagoeconomica)
Dopo le tessere sanitarie, rinnovate senza il «cuore» elettronico che consente l’accesso alle attività Pa, in arrivo la mazzata per i sistemi di pagamento digitale. Colpa della pandemia e della guerra in Ucraina.
Mentre il governo stanzia 370 milioni per Termoli, la Cisl lancia l’allarme: «La carenza andrà avanti anche nel 2023».
Auto, immatricolazioni giù del 12,5%
(Ansa)
La rilevazione in Europa negli ultimi dodici mesi. In sofferenza pure il gruppo Stellantis che segna -14,6% sulla vendita nello stesso periodo. Il centro Promotor: crisi dilagante.
  • Con il passaggio obbligato all’elettrico nel 2035 i fatturati schizzeranno soprattutto nel settore del lusso. Le case brindano. Bruxelles ignora la lezione impartita da guerra e pandemia e rinuncia alla sovranità.
  • Per chi ha un box necessario installare dispositivi e contatori. E il rifornimento potrà richiedere fino a 8 ore e 70 euro.

Lo speciale contiene due articoli.

Auto, la svolta sull’elettrico di Stellantis mette a rischio 75 mila posti nell’indotto
Imagoeconomica

Le conseguenze della transizione elettrica dell'auto.

Il «prato verde» rischia di trasformarsi in un deserto. É questo il timore che si coglie a Melfi, dentro lo stabilimento Stellantis ma soprattutto attorno all’intero complesso industriale. Per questo dai sindacati regionali di Cgil, Cisl e Uil è partito ieri un appello al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi con la richiesta di un incontro urgente per esaminare la situazione.

Continua a leggere Riduci
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings