Malta e l’Italia d’accordo. Ma la barca a vela rifiuta il porto della Valletta - La Verità
Home
In primo piano

Malta e l’Italia d’accordo. Ma la barca a vela rifiuta il porto della Valletta

Ansa

  • C'era l'intesa con l'isola: scambio con altri 55 immigrati. Poi di colpo il «no» della nave. E spunta un'altra imbarcazione, la Alan Kurdi. Il Viminale: devono gestirla i tedeschi.
  • Alex, veliero di soli 18 metri, è andato in acque libiche a prendere i clandestini. Poi si è sottratto ai soccorsi dei guardacoste di Tripoli e, stracarico, ha affrontato il mare con il solo scopo di approdare a Lampedusa.
  • Parte la propaganda: i grandi giornali progressisti fanno un'intervista collettiva a Carola Rackete.
  • Mediterranea riunisce il top del cattocomunismo: Luigi De Magistris, Cgil, Arci, centri sociali e tanti sacerdoti.

Lo speciale contiene quattro articoli.

In primo piano

Il mercato degli schiavi è già ripreso

Ansa

  • Sbarchi continui a Lampedusa, mentre la Ocean Viking continua a premere per arrivare in Europa. Le Ong scrivono a Giuseppe Conte per dettare la linea sui porti. Così si ritorna all'immigrazione incontrollata.
  • Tornano le vecchie abitudini: silenzio sull'accoltellatore. Ha colpito a Milano al grido di «Allah akbar»: non fa notizia.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

Tenta di sgozzare un soldato invocando Allah

Ansa

Un clandestino yemenita ha aggredito ieri un militare di fronte alla stazione Centrale meneghina: giugulare sfiorata di poco. Dopo essere stato disarmato e immobilizzato ha lanciato il grido islamico. L'uomo è stato arrestato con l'accusa di terrorismo.
In primo piano

L’assedio degli «sbarchi fantasma». Solo a settembre 220 arrivi dall’Egeo

Ansa

Intensificano i viaggi gli inafferabili (e ricchissimi) trafficanti di uomini che controllano i flussi illegali diretti in Calabria dall'Asia meridionale. Scafista racconta: «Io reclutato dopo un annuncio sul giornale».
In primo piano

Davamo accoglienza agli aguzzini di migranti

Ansa

I tre, accusati da diversi testimoni di essere i carcerieri di un lager libico, erano mescolati ai richiedenti asilo ospitati a Messina. Contestato per la prima volta il reato di tortura. Intanto esplode l'hotspot di Lampedusa: il Viminale trasferisce 70 persone in Sicilia.
In primo piano

Tutti contro «Adam». L’unico immigrato che la sinistra tenta di respingere

Il fumetto della «Verità» paragonato persino al «Mein Kampf» Solidarietà da Carlo Fidanza (Fdi): «Non si può demonizzare a priori».
In primo piano

Lampedusa porto aperto come piace a Bruxelles

Ansa

  • Ocean Viking scarica 82 extracomunitari e si lamenta pure: «Attesa troppo lunga». L'Ue: «Il sistema diventi strutturale». Matteo Salvini: «Il premier avvocato dei clandestini».
  • Il sindaco dell'isoletta, Totò Martello: «Forse il ministro pensa che i lampedusani siano emeriti idioti: la nave era già oltre le nostre acque, poteva andare fino in Sicilia». Dopo la sfuriata il Viminale chiama: «Verranno a vedere, poi valuterò il loro operato».

Lo speciale contiene due articoli.