La «rivolta» dei no global di allora oggi è marketing per multinazionali

La «rivolta» dei no global di allora oggi è marketing per multinazionali
Naomi Klein (Carsten Koall/Getty Images)
Luca Casarini, Francesco Caruso, Vittorio Agnoletto: le starlette della lotta contro l'«Impero» turbocapitalista si sono imborghesite. Peggio: la loro rivoluzione green è ormai una bandiera delle grandi corporation. Come insegna il caso Greta.
La grande letteratura sta a destra. Crepe nell’egemonia della sinistra
Giovanni Raboni (Ansa)
L’occupazione gramsciana di case editrici, stampa e scuola è riuscita. E il veltronismo ne è l’evoluzione. Le ultime pubblicazioni di Historica edizioni e De Piante offrono però antidoti all’ortodossia dominante.
L’ultimo virtuoso della chitarra elettrica: «Ho rischiato di smettere dopo due interventi ma sono tranquillo: la vita è più grande di ciò che uno fa. Continuo a scoprire giovani incredibili. E in Italia avete un talento puro: Matteo Mancuso. I Maneskin? Non li conosco...».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings