La priorità dei progressisti: le quote rosa

La priorità dei progressisti: le quote rosa
Elena Bonetti (Getty images)
Le intellettuali di sinistra sono sul piede di guerra per la mancata assegnazione di dicasteri alle donne Pd. Il ministro Elena Bonetti lancia il «Women act», Beppe Sala s'inventa la «città della parità». Intanto i veri problemi di maschi e femmine finiscono sotto il tappeto
Le concessioni a Spinelli e Aponte sbloccate dal «team» di Mr. Msc
Gianluigi Aponte e Aldo Spinelli (Ansa)
Nelle carte dell’inchiesta sul porto di Genova la «clausola» per l’affidamento del Terminal rinfuse studiata dal manager Alfonso Lavarello, vicino all’armatore, e caldeggiata in comitato di gestione da Carozzi.
Ladri nella casa romana di Salvini. L’assalto alla cassaforte va a vuoto
Matteo Salvini (Ansa)
Il ministro non era nell’abitazione, i malviventi scoperti dai vicini e subito fuggiti.
Landini può attaccarsi solo al salario minimo
Maurizio Landini (Ansa)
La battaglia referendaria per eliminare il Jobs Act è troppo divisiva per la sinistra: metà Pd ha votato la riforma voluta da Matteo Renzi e ora è in difficoltà. Così la Cgil spinge a Bruxelles sulla paga imposta per legge a costo di impoverire buona parte dei lavoratori.
Potenza della rieducazione: Draghi recluse i giovani e adesso loro lo adorano
Mario Draghi (Ansa)
Secondo un sondaggio, fra i ragazzi va forte l’Ue e anche l’ex premier. Non stupisce: solo chi non ha conosciuto altro ed è martellato dalla propaganda ama Bruxelles.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings