Industria rovinata da giallorotti e pm contraddittori

Industria rovinata da giallorotti e pm contraddittori
Getty Images

Non ci fosse di mezzo il futuro di migliaia di famiglie che rischiano di essere messe sul lastrico, confesso che ci sarebbe da ridere. Il caso Ilva infatti ormai sembra una commedia all'italiana, dove ognuno recita a soggetto senza curarsi di ciò che interpretano gli altri, con risultati surreali e, soprattutto, con una totale confusione dei ruoli. Mi spiego: da anni assistiamo a un'azione della magistratura che, con il dichiarato scopo di difendere la salute dei cittadini, fa di tutto, compreso mettere a repentaglio il futuro della più grande fabbrica del Mezzogiorno, oltre che della più grande acciaieria (...)

La burocrazia della Ue intralciapersino i propri obiettivi «green»
Ursula Von der Leyen (Ansa)
  • I 6,3 miliardi di crediti di imposta per gli interventi verdi a cui le aziende potrebbero accedere nel 2024 e nel 2025 sono soggetti a condizioni e vincoli tra i quali è quasi impossibile orientarsi. Tra le altre cose, bisognerà certificare in anticipo (con calcoli molto teorici) i risparmi energetici connessi agli investimenti. Il diluvio di pratiche richiesto da Bruxelles sta scoraggiando gli imprenditori dal fare domanda.
  • Regole e controlli. Vietato il cumulo con i vecchi incentivi.

Lo speciale comprende due articoli.

Pressione, colesterolo, glicemia. I nuovi parametri trasformano i sani in malati
(iStock)
  • La soglia di pericolosità di alcuni valori del sangue è stata abbassata da commissioni di «esperti» che erano consulenti di Big Pharma. Così la popolazione «a rischio» è triplicata e la vendita di medicinali è aumentata.
  • Il cardiologo Marco Bobbio: «Stanno spingendo pure chi sta bene a comprare farmaci». «L’obiettivo è generare ansia. Chi redige le linee guida è spesso in conflitto d’interessi. E i medici si adeguano».
  • Allarme diabete. Stile di vita e alimentazione possono evitarci le terapie.
  • Allarme Osteoporosi. Troppa ossessione per la densità ossea nelle donne anziane.

Lo speciale comprende quattro articoli.

Salvini: «Abituato a insulti di Bossi»
(Ansa)
Il segretario alla festa per i 40 anni della Lega, assente il vecchio leader: «Le sue telefonate aiutano a migliorare». Giuseppe Valditara: «Basta con chiusura scuole per feste non riconosciute».
Un ex giudice per ricucire M5s e Pd. Ma Conte lo boccia perché vecchio
Giuseppe Conte (Ansa)
Niki Vendola a Bari lancia Nicola Colaianni, nome gradito alla base grillina, che ha la benedizione pure di Massimo D’Alema. Giuseppi alza subito il muro: «Non vedo ragioni per accantonare Laforgia, servono energie fisiche e mentali».
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings