Il braccio destro di Pignatone eletto a capo della Procura di Roma

  • Dopo lo scandalo Palamara, il Csm opta per la continuità e vota per Michele Prestipino, che ricopriva l'incarico da mesi in via provvisoria. Matteo Renzi scornato: Creazzo, che ha indagato sul babbo, resta a Firenze.
  • Il magistrato Nino Di Matteo e Stefano Cavanna, laico in quota Lega, attaccano la scelta del candidato sostenuto da Piercamillo Davigo: «Non è il più titolato». Rischio ricorso al Tar

Lo speciale contiene due articoli

iStock
Bruxelles mette al bando Hikvision, colosso accusato di partecipazione nella repressione degli uiguri. Le sue telecamere sono operative anche nelle nostre Procure. Intanto, il Parlamento si adegua e comincia a disinstallare dispositivi da Camera e Senato
Federico D'Incà (Ansa)
Sceneggiata dei grillini: minacciano di non votare la fiducia. Poi l'allarme rientra, ma ora gli alleati sono preoccupati
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings