I nostri conti pubblici li hanno sfasciati Monti e la Fornero

La Pasqua non è riuscita a far risorgere per tempo un governo, perciò bisognerà attendere la festa della Liberazione e forse anche quella della Repubblica prima di conoscere il nome del nuovo inquilino di Palazzo Chigi. In compenso, mentre dell'esecutivo non si intravede neppure l'ombra, risorgono i dubbi sulla situazione finanziaria del nostro Paese, facendo riecheggiare vecchi sospetti e mai sopite polemiche. Con una singolare coincidenza sono infatti usciti due autorevoli studi confezionati da altrettanto blasonate istituzioni. Il primo è di produzione europea e riguarda l'andamento dei conti pubblici negli ultimi cinque anni.

Giuseppe Maiocchi
Il gioielliere che nel 2004 uccise un rapinatore è candidato leghista a Milano: «Da allora le rapine sono continuate, vivo blindato. E ogni anno pago 14.000 euro di assicurazione».
Giorgio Cremaschi (Ansa)
Il leader di Potere al popolo: «Ci nascondono licenziamenti, crisi e delocalizzazioni. Non si risolve tutto con i vaccini. E perché eravamo così impreparati alla pandemia?».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings