Conte ribalta il tavolo dell’ipocrisia europea

Conte ribalta il tavolo dell’ipocrisia europea
ANSA
  • Niente conferenza stampa per il veto di Roma, che chiede prima un'intesa sugli immigrati: trattative notturne. Emmanuel Macron vuole imporci gli hotspot come in Grecia. Angela Merkel apre a chiunque accetti accordi bilaterali. Il blocco di Visegrad vacilla. È tutto un grande suk.
  • L'Italia rifiuta il compromesso renziano del più flessibilità in cambio di immigrati. L'azzardo del premier sposta gli equilibri, certo dell'appoggio strategico dell'America.
  • La Valletta: «Finché non c'è chiarezza, non entrano». Il comandante della Lifeline verso l'incriminazione. La Libia dichiara la zona Sar: nelle sue acque, i soccorsi spettano solo alla Guardia costiera di Tripoli.
  • Il governo austriaco da domenica guiderà il semestre di presidenza europeo. Per gestire l'emergenza migranti, Sebastian Kurz punta sulla protezione delle frontiere.

Lo speciale contiene quattro articoli

La melassa populista di Tommasi è l’ultima metamorfosi della sinistra
Damiano Tommasi e Veronica Atitsogbe (Ansa)
La crisi tra Fi, Lega e Fdi ha consegnato la città a un Mattia Santori più vecchio (anche se almeno ha lavorato). E che ha già giocato la sua prima figurina: è Veronica Atitsogbe, che di mestiere fa la figlia di genitori togolesi.
L’«amico» francese si tiene gli ex terroristi
Marta Cartabia (Ansa)
I giudici transalpini negano l’estradizione per Giorgio Pietrostefani e altri nove estremisti rossi fuggiti a Parigi. Figuraccia di Marta Cartabia che vantava la collaborazione dell’omologo d’Oltralpe. È la dimostrazione che il Trattato del Quirinale per noi è una fregatura.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings