C’è bisogno di eroi che ci vengano a salvare

C’è bisogno di eroi che ci vengano a salvare
EPA/HOW HWEE YOUNG/ANSA
Quando gli antichi valori vengono calpestati servono uomini al di fuori della normalità. Figure come Parsifal che cambiano il mondo dei corrotti perché sono in relazione naturale con il trascendente. Le istituzioni da sole non sono in grado di redimersi.
La nostra Intelligence è in allarme per le influenze e i traffici di Pechino
Elisabetta Belloni (Imagoeconomica)
La relazione annuale: c’è il pericolo di campagne anche cyber contro i Paesi occidentali.
Adolfo Urso conferma l’interesse del Dragone e Musk. Ma legarsi all’elettrico mentre l’Ue va al voto è un azzardo. Apple è uscita.
Torna in scena «Se dicessimo la verità», l’opera-dibattito sulla legalità
content.jwplatform.com

Dal 27 febbraio al 3 marzo al Piccolo Teatro di Milano sarà possibile assistere a Se dicessimo la verità, l’opera-dibattito sulla legalità di Emanuela Giordano e Giulia Minoli, che debuttò nella stagione 2011 al Teatro di San Carlo di Napoli.

Fin da subito, questa forma teatrale di studio e di impegno civile ha conquistato le platee, creando grandi entusiasmi e partecipazione tra i giovani delle scuole di tutti i gradi che sono spesso tornati a vedere uno spettacolo in continuo aggiornamento ed evoluzione. «Insieme con Emanuela Giordano, ogni anno c’è un’evoluzione drammaturgia in questo progetto: Un lavoro di studio di storie che ci accompagnano e che danno la possibilità ai ragazzi e al pubblico di riconoscere da che parte stare» ha dichiarato Giulia Minoli, Fondatrice dell’Associazione Crisi Come Opportunità nonché co-autrice dello spettacolo.

Dal 27 febbraio al 3 marzo lo spettacolo sarà in scena al Piccolo Teatro di Milano, dopodiché la tournée 2024 proseguirà a Buccinasco, Firenze, Cecina, Terni, Crotone, Roccella Ionica e Torino.

Suona la sveglia dopo la sbornia sarda. Nel resto d’Italia Pd e M5s si menano
Giuseppe Conte ed Elly Schlein (Imagoeconomica)
Giuseppe Conte frena sull’intesa con i dem in Basilicata e Piemonte (dove Calenda è vicino all’accordo col centrodestra). Stefano Bonaccini: «Stare coi grillini non basta per vincere al Nord». Intanto Giorgia Meloni ammette: «Abbiamo sbagliato».
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings