Claudio Risé
In primo piano

Senza la Vergine la pietra non fa cattedrali

Ansa

L'incendio di Notre Dame è già stato trasformato dal potere del mondo in un fatto turistico. È il materialismo moderno di Emmanuel Macron che non sa vedere lo spirito negli elementi. E non può accettare la figura di Maria, che con il suo sì ha cambiato la storia dell'uomo.
In primo piano

Salvini vede lontano. Ma la palude romana potrebbe fermare la sua «rivoluzione»

Ansa

Il Capitano ha una visione chiara fin da quando era un militante. Se così non fosse sarebbe ancora fermo ai riti folcloristici padani.
In primo piano

L’intelligenza non è mai artificiale. Senza il sentimento non c’è l’uomo

Chi considera la mente un meccanismo, da Galileo ai cultori odierni del transumanesimo, si sta sbagliando. Le nuove ricerche, al contrario, mostrano che la coscienza ha a che fare con le attività affettive e istintuali.
In primo piano

Il Bambino è la ferita letale del mondo gender

Per il pensiero dominante, che imprigiona i gay in una categoria sociologica, il sentimento è un tabù. La poetessa lesbica Marina Cvetaeva prese sul serio l'amore individuando nella maternità negata il dolore più grande. Una profondità scomparsa dalla galassia Lgbt.
In primo piano

La filosofia «una botta e via» non è più di moda

Ansa

Il teorico del postmodernismo Gilles Lipovetsky prova a rilanciare il dogma «piacere e colpire». Ma è un necrologio perché l'uomo ha avvertito che sotto non c'è nulla. Prima di conquistare gli altri bisogna sapere chi siamo.
In primo piano

La sbornia libertaria è finita. Sta arrivando l’era dei limiti

Ansa

Da 50 anni, l'Occidente vive una follia collettiva. Molti segnali, tuttavia, indicano che una svolta è vicina. Ma i progressisti la scambiano per ritorno del fascismo.
In primo piano

I giovani autoreclusi macchia della società che ha perso i valori

Ansa

Non escono di casa, rifiutano il mondo e la sua ansia di successo. Si chiamano hikikomori e sono milioni: un tabù per l'Occidente.
In primo piano

Tremate: il diavolo è tornato. Per fortuna

Dopo anni di prediche che tentavano di ridurlo a un mito, il demonio si riprende la scena. Allo stesso modo tra la gente ricompare la fede in Dio. Il bene e il male esistono: è quando la Chiesa si illude del contrario che la buona battaglia finisce in mano ai ciarlatani.