russia ucraina

Da Putin-Hitler a Putin-pippa (senza curare i nostri interessi)
Aldo Grasso (Ansa)
Chi obietta sul conflitto è bollato dalla stampa come putiniano, denigrato e deriso. E subiamo le decisioni prese a Washington.
La Russia ha espulso 24 diplomatici italiani
L’ambasciatore italiano a Mosca, Giorgio Starace (Ansa)
Mosca risponde all’allontanamento di personale russo avvenuto il 5 aprile. Misure analoghe prese pure contro Francia e Spagna. Mario Draghi non alza i toni: «Non interrompere i canali». Alla vicenda fanno da sfondo rapporti da tempo complicati fra le due intelligence.
La pace si allontana e a rimetterci siamo anche noi
Ansa

La Russia ha deciso di espellere 24 diplomatici italiani. La cacciata, che non è una misura esclusivamente riservata a noi perché Mosca ha deciso di allontanare anche i rappresentanti di Francia e Spagna, era nell’aria. Il 5 aprile, dopo l’invasione dell’Ucraina, in accordo con altri Paesi europei, il governo Draghi aveva messo alla porta 30 addetti dell’ambasciata russa, etichettandoli come persone non gradite. A stupire è semmai il ritardo con cui è arrivata la «rappresaglia» di Vladimir Putin.

Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings