Alessandro Da Rold
In primo piano

Il testimone chiave dell’accusa a Eni viene sconfessato dal suo ex legale

Ansa

Fabrizio Siggia, avvocato dell'ex manager Vincenzo Armanna fino a giugno, ha scritto una lettera finita agli atti: «Non è vero che gli ho detto di non deporre. Ho lasciato l'incarico per l'impossibilità di contattarlo».
In primo piano

La cybersecurity nel portafoglio dei nostri servizi segreti

Contenuto esclusivo digitale

iStock

Il consiglio dei ministri ha emanato un decreto importante per la sicurezza digitale in Italia. Nasce il Cvcn (Centro di valutazione e certificazione nazionale) per la certificazione di software e hardware che saranno usati dalle nostre forze dell'ordine. Il Dis (Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza) avrà sempre più voce in capitolo. Viene introdotta una clausola di salvaguardia, una sorta di golden power, per evitare ingerenze straniere non gradite. Ma secondo gli addetti ai lavori ci sarebbe ancora spazio per un arrivo dei cinesi di Huawei per la gestione della tecnologia 5G. Stanziati 10 milioni di euro da qui al 2024.

In primo piano

Ecco i renziani pronti a uscire dal Pd. E ci sono già i finanziatori del nuovo partito

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Domani l'ex segretario Matteo Renzi lancia l'uscita dai dem. Insieme con lui usciranno altri 4 senatori e circa 20 deputati del Pd. Nel frattempo aumentano le donazioni per il nuovo partito. Davide Serra ha versato 90.000 euro, Lupo Rattazzi, figlio di Susanna Agnelli 50.000. Maria Elena Boschi solo 1000.

In primo piano

Salvini a Pontida apre la caccia ai voti grillini

Ansa

Dopo l'accordicchio giallorosso, affluenza senza precedenti al raduno leghista. Il segretario punta agli elettori del Movimento delusi dal nuovo governo e a un referendum sul decreto Sicurezza. Sui porti aperti: «Al processo guarderò la Rackete a testa alta».
In primo piano

Comunisti, renziani e parenti vari: l’ultima infornata è un capolavoro

Viceministri e sottosegretari divisi al grammo fra M5s e Pd. La pattuglia del Bullo è foltissima, anche se Maria Elena Boschi frigna: «Nessun toscano». Stefano Buffagni al Mise, e Luigi Di Maio impone a Davide Casaleggio Laura Castelli al Mef.
In primo piano

Parti civili contro l’ex direttore e le sue note spese pagate dal «Sole»

Ansa

Ieri l'udienza preliminare del processo sulle copie «gonfiate» del quotidiano. Donatella Treu e Benito Benedini, ex ad e presidente della società editoriale, verso il patteggiamento. Agli atti le spese pazze di Roberto Napoletano.
In primo piano

Nella guerra del M5s per i sottosegretari: Buffagni e la Castelli puntano il Mef

Ansa

  • Oggi l'elenco definitivo. Nuovo sgarbo di Luigi Di Maio verso Giuseppe Conte: convoca i responsabili economici grillini alla Farnesina.
  • L'invasione dei boiardi in quota Pd. Roberto Gualtieri vuole gli uomini di Pier Carlo Padoan. Cambio al Viminale: a capo del gabinetto potrebbe arrivare il neo prefetto di Milano.

Lo speciale comprende due articoli.

In primo piano

Dal Gse al mercato libero, sull'energia i giallorossi rischiano il pantano

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

  • Le aziende attendono ancora la lista di chi potrà abbandonare le tariffe tutelate nel luglio del 2020. I grillini vorrebbero prendere ancora tempo, la Lega premeva per una soluzione già a giugno, mentre il Partito democratico aveva a suo tempo velocizzato l'iter per le liberalizzazioni. A sorvegliare in Arera c'è Stefano Pesseghini, in quota Lega, nomina del governo gialloblu.
  • Nel gestore dei servizi energetici è il tutti contro tutti. A vuoto due consigli di amministrazione, con l'intervento a gamba tesa dei neo ministri Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

Renziani e dalemiani si giocano tra loro i posti al Mef

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

E' partita la corsa per la nuova squadra del ministero dell'Economia di Roberto Gualtieri. Con l'addio di Giovanni Tria lasciano Claudia Bugno e Adriano Cerretelli. In forse il capo di gabinetto Luigi Carbone che potrebbe essere sostituito da Roberto Garofoli. Quest'ultimo può comunque vantare nel ministero ancora il suo ex capo segreteria, Lucilla Perrone, che si divide tra Roma e Milano, dove lavora per Cdp equity.