procreazione assistita

La procreazione assistita cambia: l’uomo non può revocare il consenso
Filomena Gallo (Ansa)
Nuove linee guida: resta il diritto all’impianto pure dopo il divorzio o la morte del partner.
Secondo gli ultimi dati diffusi dal ministero della Salute c’è una ricerca affannosa del prelievo di ovociti dalla donna. Prassi che comporta rischi e un aggravio di costi.
«L’utero in affitto spalanca le porte al transumanesimo»
Nel riquadro l'attivista Silvia Guerini (iStock)
L’attivista Silvia Guerini: «Procreazione assistita e surrogate vanno vietate per fermare la deriva. È in arrivo il grembo artificiale: chi concepisce naturalmente sarà criminalizzato».
Se il referendum non le piace la Littizzetto trasforma la Rai in tribuna del silenzio
Luciana Littizzetto (Ansa)
Era sponsor dei quesiti su fine vita, procreazione assistita e cannabis. Ma processi infiniti, innocenti in galera e criminali a piede libero sono solo «questione tecnica».
Consulta, non illegittimo divieto Pma per coppie gay. Brandi e Coghe: «Bene Corte costituzionale: i figli non sono oggetti»
Ansa

«Verità e giustizia sono arrivate. Nel pronunciamento della Corte costituzionale, che avrebbe ribadito che non esiste un diritto assoluto alla genitorialità delle coppie gay, vediamo concretizzate le nostre istanze a difesa del diritto dei minori, che viene sempre prima dei desideri bizzarri e delle voglie capricciose degli adulti». Così gli organizzatori del Congresso mondiale delle famiglie, Toni Brandi e Jacopo Coghe, alla guida dell'onlus Pro Vita e Famiglia. «Va rifiutato però a questo punto il principio stesso della Pma (procreazione medicalmente assistita), che significa creare in laboratorio bambini calpestando il loro diritto a non essere trattati come prodotti, e questo sia che si tratti di coppie omosessuali o no» hanno aggiunto Brandi e Coghe.

Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings