Tag page

Sergio Mattarella (Ansa)

Il Fatto quotidiano, organo ufficiale di Giuseppe Conte, ieri ci ha informati che il capo dello Stato ha opzionato per sé almeno sei ministri, più il commissario all'emergenza coronavirus. Secondo il quotidiano diretto da Marco Travaglio, la nascita del nuovo governo non potrebbe infatti prescindere dalla conferma nel loro incarico di Roberto Gualtieri, Luciana Lamorgese, Luigi Di Maio, Lorenzo Guerini, Enzo Amendola e Roberto Speranza. Quest'ultimo però si porterebbe appresso, come inevitabile conseguenza, anche Domenico Arcuri, suo principale collaboratore: con il risultato che prendi uno, ma te ne ritrovi due, entrambi in quota D'Alema, il vero ispiratore dell'esecutivo dimissionario.

Enzo Amendola (Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images)
Dopo il pressing di Iv, il ministro dem Enzo Amendola attacca il premier sulla delega ai servizi segreti. Facendo capire che è necessario un riposizionamento internazionale. Mentre sullo sfondo resta la grana della fondazione. E soprattutto della scelta dei vicedirettori.
Enzo Amendola (Ansa)
Piovono critiche anche da parte di insospettabili come Ignazio Visco e il presidente di Confindustria. Perfino Enzo Amendola, ministro agli Affari europei del Pd, smorza gli entusiasmi. E Viktor Orbán potrebbe far saltare tutto.
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings