Scerbanenco narrò la Milano di oggi: ce l’avevano in pugno i criminali stranieri

Scerbanenco narrò la Milano di oggi: ce l’avevano in pugno i criminali stranieri
Giorgio Scerbanenco e due dei suoi capolavori noir (Getty Images)
Le cronache di questi giorni come i romanzi neri anni Sessanta. Nessuna concessione al razzismo né al politicamente corretto.
Stanno con Kiev per i valori che poi a Roma calpestano
Ernesto Galli Della Loggia (Imagoeconomica)
Basta una perplessità sulla gestione europea della guerra e partono le scomuniche: chi tentenna è putiniano. Ma così la maggioranza degli italiani, che condivide tale scetticismo, rimane senza rappresentanza politica.
Su Svezia e Finlandia Putin abbozza: «Senza nuovi missili nessuna minaccia»
Magdalena Andersson e Sanna Marin (Ansa)
Pure Stoccolma vuole entrare nella Nato, ma Recep Tayyip Erdogan conferma il veto. Lo zar: «Kiev creava armi biologiche ai nostri confini».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

A tutto pepe

Salute
Trending Topics
Change privacy settings