Il governo svende il made in Italy all’Ue

Bruxelles cancella con un colpo di spugna i decreti sull'etichetta d'origine, vanto del ministro uscente Maurizio Martina. Ora porte spalancate per i prodotti tarocchi che imitano le nostre eccellenze e che nel mondo valgono circa 70 miliardi. L'obbligo d'indicazione di origine dell'ingrediente principale resterà solo se non coincide con il «made in» dichiarato. Una deroga consente di ritenere sufficienti per risalire all'origine del prodotto «i termini geografici inclusi nei nomi consueti e generici».
La Cina sfida gli Usa. Progetta una base nucleare sulla Luna entro il 2028
Ansa
  • Pechino vuole realizzare l’insediamento alimentato da energia atomica in cinque anni. Poi punterà a Marte, Giove e Urano.
  • Il Papa ai civili: «Il vostro dolore è mio». Vlaidimir Putin: «La Crimea non tornerà mai ucraina».

Lo speciale contiene due articoli

Manovra alla prova della primavera e del prezzo del gas
Gilberto Pichetto Fratin (Imagoeconomica)
Il Mef annuncia che a marzo farà il punto sugli aiuti anti bollette. Senza scorte e con l’energia alle stelle, servirà lo scostamento.
Il saldo Target 2 è esploso in 12 mesi. Aumentate anche le vendite dei nostri prodotti finanziari, titoli di Stato inclusi, a ritmi che evocano la crisi 2011. Clima di sfiducia e vincoli Ue hanno condizionato la legge di bilancio.
Lo scandalo ha una sola soluzione: il deputato con gli stivali si dimetta
Aboubakar Soumahoro (Ansa)
L’astro cadente della sinistra sostiene che non si sarebbe candidato se avesse saputo dell’inchiesta. Ma nulla impedisce all’ex sindacalista di rinunciare al seggio. Il colore della pelle non c’entra, qui conta quello dei soldi.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings