I conti in tasca a chi dà le pagelle all’Italia - La Verità
Home
In primo piano

I conti in tasca a chi dà le pagelle all’Italia

ANSA

  • Nonostante il clamoroso abbaglio con il fallimento Lehman Brothers, le «tre grandi» agenzie del rating monopolizzano i giudizi su Paesi e colossi finanziari. Quasi sempre sono pagate dalle istituzioni che devono monitorare. Fatturati in crescita anche del 17%.
  • Jean Claude Juncker fa l'offeso per le critiche di Matteo Salvini e torna a minacciare: «Valuteremo la finanziaria il 15 e, nel caso, proporremo delle modifiche». La replica gialloblù: «Questa Europa alle prossime elezioni verrà licenziata».
  • Le visite di Mario Draghi da Sergio Mattarella sono sempre più frequenti. Il presidente, nonostante due collaboratori dedicati, cerca consigli da chi tiene il polso dei mercati finanziari.

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

L’ospedale di Verona spende i soldi negli spot per chi cambia sesso

Ansa

L'azienda sanitaria ha comprato una pagina sul «Corriere della Sera» per parlare della disforia di genere: «In Italia 400.000 malati». Consigli sui trattamenti ormonali e le buone prassi da usare in corsia con i trans.
In primo piano

La grande abbuffata di Sala per amici e M5s

Ansa

Il sindaco di Milano fa fuori i professionisti meneghini dalle partecipate. E occupa i posti con i suoi fedelissimi, graditi anche ai pentastellati. In prima fila la regina degli incarichi, Michaela Castelli, già scelta da Virginia Raggi per Acea. Ed è solo l'antipasto.
In primo piano

La Bugno rientra dalle vacanze e mette le mani su Alitalia e nomine

Ansa

  • La superconsigliera, sempre più forte al Mef, sta creando scompiglio. Per la compagnia aerea di bandiera punta tutto su Lufthansa. E si allarga anche sulle partecipate. Nuova tornata di incarichi nei servizi segreti.
  • L'attacco di Anonymous a 30.000 avvocati, Raggi compresa, coinvolge la Tinexta. La società del compagno del consigliere di Giovanni Tria, che aveva assunto il giovane Niccolò Ciapetti.

Lo speciale contiene due articoli

In primo piano

«Il primo sovranista (europeo) sono io»

Ansa

L'ex premier Silvio Berlusconi avverte i gialloblù: «Sostenere Forza Italia significa dare un cartellino rosso a questa maggioranza anomala» E a Matteo Salvini manda a dire: «Se non abbandona subito i grillini, saranno i suoi elettori ad abbandonarlo. Ma lui lo sa bene...».
In primo piano

Falsificate le firme del ministro Grillo. Spariti 1,4 milioni

Ansa

  • Sotto inchiesta a Roma cinque dipendenti del dicastero della Salute. L'accusa: fondi distratti da un funzionario ludopatico.
  • I pm di Napoli arrestano due persone per 800 attività di intercettazione non autorizzata.

Lo speciale contiene due articoli.