I bambini fanno pena solo se li tolgono ai rom - La Verità
Home
In primo piano

I bambini fanno pena solo se li tolgono ai rom

Ansa

Il caso di un bosniaco arrestato a Pisa per aver venduto le due figlie ai cugini accende una luce sulle condizioni in cui vivono i minori nelle famiglie nomadi. Per loro esiste una certa «indulgenza culturale» che invece non si registra con gli italiani, come a Bibbiano.
In primo piano

La nuova aberrazione arcobaleno: essere mamma e al contempo papà

iStock

Assurda vicenda a Como. Un uomo cambia sesso e si unisce civilmente a un'altra donna. Poi la ingravida con il seme congelato prima della trasformazione. E vuole il riconoscimento dal Comune anche come padre.
In primo piano

Non solo fenomeno da botteghino. La saga di Guerre Stellari vale 50 miliardi «solo» di gadget

Contenuto esclusivo digitale
  • Nel 1975, un giovane George Lucas tentò di convincere la 20th Century Fox a scegliere il primo capitolo della sua saga ipotizzando che al botteghino avrebbe guadagnato circa 8 milioni di dollari. Solo al cinema, oggi, ne vale più di di 6 miliardi.
  • Etro crea una capsule collection dedicata al film. Cappellini, magliette e felpe realizzate in collaborazione con Disney e Lucasfilm per promuovere l'ultima pellicola intitolata Star Wars: L'ascesa di Skywalker.
  • Adidas omaggia l'X-Wing con una nuova sneaker. Le scarpe saranno in vendita da dicembre, in concomitanza con l'uscita dell'ultimo film della terza trilogia.
  • Dopo l'inaugurazione di due aree tematiche nei parchi di divertimento americani, nel 2020 a Walt Disney World a Orlando aprirà il primo hotel a tema. L'esperienza sarà una crociera di due giorni tra le galassie.

Lo speciale comprende quattro articoli, gallery fotografiche e infografiche.

In primo piano

Odissea (antirazzista) nello spazio: spunta l’afrofuturismo

Illustrazione Jamila the teenage terminator (jinfeng)

Sempre più artisti uniscono battaglie della comunità nera e temi della fantascienza. Ma il risultato è solo un vittimismo cosmico.
In primo piano

Per i social l’odio non è tutto uguale

Ansa

Dagli inviti all'eliminazione fisica dei sovranisti da parte di chef Rubio, al giornalista che vuole vedere Matteo Salvini suicidato: il Web è pieno di violenza verbale non sanzionata.