È guerriglia nel M5s Conte e Bonafede sparano sul governo

È guerriglia nel M5s Conte e Bonafede sparano sul governo
Alfonso Bonafede e Giuseppe Conte (Ansa)
Il partito difende il compromesso, ma Fofò grida al tradimento L'avvocato stronca la norma e punge Beppe Grillo sulla leadership.
Sanno di perdere, danno di matto
Sergio Mattarella (Imagoeconomica)

Silvio Berlusconi dice un’ovvietà: una volta approvato il presidenzialismo, Sergio Mattarella si dovrebbe dimettere. Pd e soci ululano come se avesse ordinato l’assalto armato al Quirinale. Comico: tra chi grida più forte c’è Luigi Di Maio, che aveva invocato l’impeachment del capo dello Stato. La verità è che sono disperati e s’aggrappano a tutto. Anche alla fiamma nel simbolo di Fdi: allarme fascismo.

Le ridicole grida di Conte e Di Maio messe a tacere dai loro curriculum
Luigi Di Maio (Imagoeconomica)
Giggino chiese l’impeachment per il presidente Sergio Mattarella che aveva esercitato le sue prerogative.
Per i progressisti la destra rimarrà impresentabile finché avrà identità
Giorgia Meloni (Imagoeconomica)
Conservatori e forze anti sistema saranno «autorizzati» solo se rinunceranno ai propri valori. Proprio come ha fatto la sinistra.
«Risata e tragedia viaggiano insieme “Il sorpasso” è ancora insuperabile»
Il produttore Enrico Vanzina: «Ferragosto, due amici, una macchina e il senso della vita. La perla della commedia italiana è di una semplicità disarmante. E la nostra estate caciarona, in cui ci spacciamo per altri, non è cambiata».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings