Continuare con questa rissa intestina rischia di essere fatale per il governo

Continuare con questa rissa intestina rischia di essere fatale per il governo
Ansa

Non so se Armando Siri abbia intascato 30.000 euro per fare diventare legge una misura cara a un docente universitario, il quale sarebbe stato vicino a un imprenditore siciliano che a sua volta sarebbe vicino al capomafia Matteo Messina Denaro. La catena che lega un vicino all'altro mi sembra un po' lunga per provare che il sottosegretario ai Trasporti fosse in affari con gli esponenti delle cosche siciliane, ma soprattutto, a leggere le carte della Procura di Roma, non si capisce se questi 30.000 euro Siri li abbia effettivamente messi in tasca o se la mazzetta e il conseguente interessamento facciano parte di chiacchiere e vanterie da boss.

Lo Stato imprenditore non paga le bollette e nemmeno i fornitori
Franco Bernabè (Wikipedia)
L’ex Ilva, partecipata pubblica, ha 100 milioni di debiti con l’indotto, un insoluto di 375.000 euro per l’acqua ed enormi pendenze per il gas. Attende 1 miliardo extra dall’esecutivo ma già pensa di dilazionare i saldi.
Il fisco strozza le imprese: valanga di tasse in arrivo
iStock

Lo Stato torna a battere cassa. Le cartelle esattoriali sospese dal fisco a causa del Covid saranno infatti presentate all’incasso entro la fine dell’anno e l’inizio del 2023. Così per lo meno assicura Federcontribuenti, secondo cui ai sette milioni di notifiche fiscali già inviate entro luglio di quest’anno, se ne aggiungeranno altri 13. Ma non è finita: perché oltre a queste, sono in arrivo 2,5-3 milioni di cartelle che gli enti locali affideranno all’Agenzia delle entrate per la riscossione. In altre parole, sugli italiani provati dalle maxi bollette si sta per scaricare una maxi-valanga di tasse, comprensive di arretrati e sanzioni, che rischia di travolgere la fragile economia di famiglie e imprese.

Pubblichiamo per la prima volta l’audio originale dell’interrogatorio reso da Ciro Grillo, oggi ventiduenne, davanti al procuratore di Tempio Pausania Gregorio Capasso. Era il 5 settembre 2019 e il giorno dopo Giuseppe Conte avrebbe giurato al Quirinale per dare vita al governo giallorosso. In quelle ore Giuseppe Grillo, il fondatore del Movimento 5 stelle, aveva, però, anche altro a cui pensare. Ci riferiamo alle disavventure giudiziarie del figlio più piccolo, accusato insieme con tre amici, tutti nati nel 2000, di aver violentato in due diversi momenti la coetanea italo-norvegese S.J. nell’appartamento dove i ragazzi stavano trascorrendo le vacanze a Porto Cervo.

Continua a leggereRiduci
Moretti Polegato: «Grazie a tecnologia e stile Geox ha fatto trionfare la filosofia super comfort»
Moretti Polegato (Ansa)
Il fondatore del marchio: «Nell’ultimo semestre siamo cresciuti del 30%. I clienti fanno nuove richieste e noi siamo artefici di questo cambiamento».
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings