legge omofobia

Tentazione inciucio sul ddl antiomofobia. Niente «genere» ma resta il bavaglio
Alessandro Zan (Ansa)
  • Si allarga a Iv il fronte che invoca un'intesa tra destra e sinistra. Il compromesso però salverebbe l'impianto della legge Zan.
  • Il leghista Maurizio Fugatti minacciato per la gestione degli orsi. Ma il caso non indigna nessuno.

Lo speciale contiene due articoli.

Nessuno dà voce ai preti contro il bavaglio
Il vescovo di Rimini, Douglas Regattieri (Ansa)
Il vescovo di Rimini, Douglas Regattieri, boccia il ddl Zan: «Forti perplessità, il testo cancella la differenza tra uomo e donna». Si tratta della posizione dominante nella Chiesa, ma sotto ai riflettori mediatici finiscono solo le aperture (fraintese) di Gualtiero Bassetti.
L’omofobia è una patologia molto seria di cui il ddl Zan non si prende cura
Alessandro Zan (Ansa)
Dipinta come un residuo dell'epoca fascista, in realtà è un disturbo della psiche estremamente profondo, che rende chi ne soffre debole e bisognoso di aiuto. Il decreto invece attacca le idee con slogan e repressione.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings