inflazione

La Bce si decide: a giugno giù i tassi
Il vicepresidente della Bce Luis De Guindos (Ansa)
Per il vicepresidente De Guindos il taglio è già un «fatto compiuto». Ma la Germania si mette in mezzo: «Prima dobbiamo essere certi che l’inflazione arrivi al 2%».
Davide Tabarelli: «Tra Medio Oriente e Green deal rischiamo il default energetico»
Davide Tabarelli (Ansa)
L’esperto: «Teheran può scatenare l’apocalisse del petrolio. Intanto noi ci illudiamo di poter utilizzare solo le rinnovabili».
La Lagarde adesso si lamenta per la crescita dei salari e blocca i tassi di interesse
Christine Lagarde (Ansa)
Il presidente Bce vede pericoli per l’inflazione dalle retribuzioni. Fabio Panetta (Bankitalia): non serve a molto aspettare i nuovi contratti. Ribassi rimandati almeno a giugno.
Da noi siamo allo 0,8%, in Germania al +2,5% e in Francia al 2,9%. Buoni segnali da Pil e debito che, con meno austerità, scende più degli altri al netto degli interessi.
Se in Italia aumenta il carovita (+0,8%), in Europa la crisi del Mar Rosso minaccia il terziario. La corsa dei tassi della Lagarde è un boomerang: perdita da 1,26 miliardi.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings