Stangata sul digitale per finanziare la Siae

Stangata sul digitale per finanziare la Siae
Dario Franceschini/Antonio Masiello Getty Images
Dario Franceschini ne ha combinata un'altra delle sue. Dopo aver punito il settore degli affitti brevi, il ministro della Cultura alza del 20% le gabelle su smartphone e pc. Così il governo che giura di abbassare le tasse raccatta 120 milioni da girare agli autori.
«Feci il primo annuncio della Rai a colori e la politica si divise anche su quello»
Rosanna Vaudetti (Getty Images)
Rosanna Vaudetti l’ex signorina buonasera: «La Malfa temeva che i nuovi televisori avrebbero rovinato gli italiani. Intervistare Ungaretti fu un onore. Corrado mi fece cadere per fare show».
Anti stress ed elisir di giovinezza. Le virtù insospettate del limone
(iStock)
  • Due spremute danno da sole l’intero fabbisogno di vitamina C della giornata. Per gli anemici è consigliato accompagnarlo a carne e pesce. E per chi ama cambiare, ci sono anche la varietà rossa e quella «dolce».
  • «Il succo in bottiglia è un’alternativa se è di alta qualità». L’ad della Giancarlo Polenghi, Filippo Scandellari: «È buono come quello del frutto fresco e in più fa evitare sprechi. Quello italiano è il migliore».

Lo speciale comprende due articoli.

«Chi si spaccia per censurato vuol imporre il pensiero unico»
Vittorio Sgarbi (Ansa)
Il critico d’arte Vittorio Sgarbi: «A me è stato impedito di parlare di Michelangelo al Salone del Libro perché corro alle Europee. Proporrò il latino e la Magna Grecia patrimoni Unesco».
Nelle utopie non c’è spazio per la felicità. La profezia di Orwell
George Orwell (ullstein bild/ullstein bild via Getty Images)
  • Un libro raccoglie alcuni testi dello scrittore, redatti per giornali e radio. Quello che vi presentiamo è una critica a chi teorizza mondi perfetti, in cui nessuno in realtà vorrebbe vivere, invece di spendersi concretamente per la fratellanza tra gli uomini. Per gentile concessione della casa editrice Piano B, proponiamo un articolo di George Orwell tratto dalla raccolta Noi e la bomba atomica. Il testo, pubblicato con lo pseudonimo John Freeman, apparve su Tribune il 20 dicembre 1943.
  • Il commento: «È il rifiuto della realtà che condanna al fallimento».
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings