Sanzioni, Mosca è un muro di gomma. Sul petrolio la Germania spacca l’Ue

Sanzioni, Mosca è un muro di gomma. Sul petrolio la Germania spacca l’Ue
(Istock)
  • Smentiti gli esperti: l’economia russa resiste all’impatto dell’embargo. E il rublo è addirittura in crescita. Il ministro tedesco dell’Economia vuole lasciare fuori l’Ungheria dallo stop al greggio: ma così sarà il caos.
  • Mario Draghi si è perso sulla via del grano. Né la pista bulgara né quella turca, immaginate dal premier, possono essere risolutive. Sofia non ha interesse a vendere all’Italia. E Ankara è un nostro diretto concorrente.

Lo speciale comprende due articoli.

La Salis ai domiciliari: così l’Ungheria spegne il megafono di Fratoianni & C.
Ilaria Salis (Ansa)
Il tribunale magiaro ha accolto il ricorso presentato dai legali dell’insegnante: sarà libera su cauzione e indosserà un braccialetto elettronico. E si studia anche un «seggio mobile» per farla votare a giugno.
La sberla di Giorgetti su euro e salari dà la sveglia ai sindacati
Susanna Camusso e Mario Monti (Ansa)
Al «Giorno della Verità» il ministro lega gli stipendi fermi alla moneta unica: Cgil, Cisl e Uil non possono sfuggire al tema.
Il rapporto Istat mostra che nel 2023 il prodotto interno lordo ha riagguantato i valori precedenti al crollo di Lehman Brothers: bruciati 17 anni di crescita. Aumentano i dipendenti in condizioni di totale indigenza.
In bilico metà dei piani sulle batterie. Ma arriva una tassa per le elettriche
Giancarlo Giorgetti (Ansa)
I nuovi siti Ue a rischio. Giancarlo Giorgetti: valutiamo come sostituire il gettito di diesel e benzina.
Le Firme

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Change privacy settings