Dalle primarie di Torino a Roma. Letta inciampa e si va a schiantare

Dalle primarie di Torino a Roma. Letta inciampa e si va a schiantare
Enrico Letta (Ansa)
Nel capoluogo piemontese numeri ridicoli incoronano il nemico dell'alleanza con i grillini. Nella capitale la scelta di Roberto Gualtieri rischia di favorire Virginia Raggi. E a Bologna continua la faida tra i candidati della sinistra.
Il Pd vende fumo, la destra latte versato
Enrico Letta (Ansa)
  • Enrico Letta gongola, ma deve ringraziare gli autogol degli avversari e candidati fuori dagli schemi che fino a ieri si vergognavano di accostarsi al simbolo dei dem. In termini assoluti, il centrodestra aumenta i sindaci e ha 500.000 voti più del centrosinistra.
  • Centrodestra, così no. Eppure già si litiga su Sicilia e Lombardia. Alcuni flop ai ballottaggi fanno male: i leader dovranno ricucire. Ma sulle candidature di Nello Musumeci e Attilio Fontana resta battaglia.

Lo speciale comprende due articoli.

Federico Sboarina non si pente del mancato accordo con Flavio Tosi, che accusa Giorgia Meloni: «Scegliere il candidato sbagliato è il suicidio perfetto». Nella Lega non esulta nemmeno Luca Zaia. E Damiano Tommasi si tiene sempre lontano dalla sinistra.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

L'autonomia tradita

Politica e affari
Trending Topics
Change privacy settings