Paragone è quel che è ma i censori sono peggio

Non so quanti voltagabbana ci siano in Parlamento. A occhio direi molti, come molti sono stati nelle passate legislature. E però i giornali hanno deciso di prenderne di mira uno solo, o per lo meno uno che ritengono tale, ovvero Gianluigi Paragone, reo di essere stato un tempo filo leghista e poi di essersi candidato alle ultime elezioni con i 5 stelle. La scorsa settimana, per essersi discostato dalla linea grillina e aver votato contro la finanziaria, l'ex conduttore della Gabbia è stato espulso dai probiviri del partito. Avrebbe potuto finirla lì e traslocare tranquillamente nel gruppo Misto come hanno fatto in tanti, oppure nella Lega, ma Paragone invece si è permesso di reagire, attaccando il Movimento e di conseguenza (...)

Daniela Poggiali, al centro (Ansa)
Dopo sei gradi di giudizio, la Poggiali è libera: non ha ucciso i pazienti in ospedale. «Mi pento delle foto scattate con la morta».
(Getty Images)
L'idea del direttore della Consob inglese e dirigente dell'associazione Stonewall: pure i maschi che si sentono femmine vanno inclusi nei posti riservati alle donne nei cda.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie

#LaVeritàAlleSette

alle-7-video

#LaVeritàAlleSette

alle-7-video
Trending Topics
Change privacy settings