Lo scandalo abusi tocca Maradiaga vescovo rosso amato da Bergoglio - La Verità
Home
In primo piano

Lo scandalo abusi tocca Maradiaga vescovo rosso amato da Bergoglio

Ansa

Denunce dagli ex seminaristi: si dimette monsignor Juan José Pineda Fasquelle, principale collaboratore del porporato centroamericano. Ovvero il teorico della «Chiesa povera» chiamato dal Papa per riformare la Curia.
In primo piano

Le scomode profezie di un vescovo che non sopportava il pensiero unico

Ansa

Il gender, la genitorialità in crisi, l'immigrazione incontrollata. Già 20 anni fa Alessandro Maggiolini capì cosa sarebbe successo in Italia.
In primo piano

Nei forzieri dell’Apsa, la Banca centrale della Santa Sede che nessuno sa pulire

Ansa

I conti dei cardinali, i bilanci miliardari, le attività misteriose nel dossier lasciato a Francesco. Le cui riforme non incidono.
In primo piano

Anche i muri e i «no» sono preziosi se ci aiutano a santificare la vita

Getty

Omelia del Papa emerito contro «l'ottimismo delle nuove aperture» secondo cui non esistono «confini» Una lezione sul valore del battesimo che ci preserva dalla «pompa diaboli» e dall'anticultura della morte.
In primo piano

Ragazzini schedati dal Comune rosso. Profili abbandonati in un armadio

Ansa

Consigliere leghista trova centinaia di diagnosi psicologiche lasciate incustodite. Nei documenti, giudizi sferzanti sui bimbi.
In primo piano

L’Ordine dei medici: «Non daremo la morte»

Ansa

Si allarga la rivolta dei camici bianchi contro l'eutanasia. La federazione nazionale Fnomceo: «Noi dottori non abbandoneremo mai il paziente, assicureremo cure palliative fino alla sedazione profonda, ma non compiremo l'atto fisico di porre fine alla vita».
In primo piano

La Chiesa è in mano al partito di Francesco

Ansa

Ha ridotto all'impotenza i suoi oppositori e, con la nomina di 67 cardinali in sintonia con le sue vedute, mira a blindare il conclave. Con lo spoils system curiale, il Papa conduce una rivoluzione. Ma le istanze pro migranti e filo islamiche allontanano molti fedeli.
In primo piano

Abolire il latino ha impoverito tutti quanti

Ansa

La funzione in lingua volgare, voluta dal Concilio Vaticano II, ha finito per desacralizzare il rito. Poco dopo Paolo VI pronunciò la drammatica frase sul «fumo di Satana». Oggi le chiese si adibiscono a moschee o centri commerciali, e l'Occidente si annulla.
In primo piano

I fuoriusciti: viaggio tra i cattolici che non stanno con nessun Papa

  • Dalla Fraternità San Pio X, fondata da Lefebvre nel 1970 in polemica col Concilio, all'Istituto Mater Boni Consilii. Mentre il clero progressista è in «ritirata», i tradizionalisti, anche se in rotta con Roma, riempiono i seminari.
  • Il Sinodo in corso va verso un compromesso. Dissidi su preti sposati e diaconesse. Probabile accordo al ribasso: dottrina ribadita ma pastorale lassista.
  • «La confusione nella Chiesa ha già dato vita a una "doppia religione"». Il presidente della Fondazione Lepanto Roberto De Mattei descrive una fase drammatica per i fedeli: «C'è uno scisma di fatto, ma né i tradizionalisti né il partito amazzonico usciranno».

Lo speciale comprende tre articoli.