Le uova contro Daisy sono una porcata ma non sono razziste - La Verità
Home
In primo piano

Le uova contro Daisy sono una porcata ma non sono razziste

  • Matteo Renzi e i suoi trasformano l'agguato all'azzurra in «pestaggio xenofobo». I carabinieri: la banda ha colpito anche italiani.
  • L'ipotesi discriminazione crolla anche nei casi di Aprilia e Bassano. L'operaio ferito nel Vicentino dichiara: «Sono altre le cause». Pure l'uomo che gli ha sparato viene dall'estero. Il marocchino ucciso nel Lazio era in fuga e aveva lo zaino pieno di arnesi da scasso.
  • Sergio Mattarella dimentica gli schiavi italiani: sono 260.000 i bimbi ai lavori forzati. Il presidente parla dei profughi, non dei nostri minori sfruttati. Accettano 2 euro all'ora in nero per aiutare le famiglie in crisi.


Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

Si è costituito il killer della barista di Reggio

Ansa

Il marocchino Hicham Boukssid, già espulso due volte, era sporco (forse del sangue della vittima) quando è entrato in una caserma della città emiliana. Ha indicato ai militari l'esatto nascondiglio dell'arma del delitto. L'epilogo dopo dieci giorni di caccia all'uomo.
In primo piano

La Spagna offre un porto, Open arms rifiuta

Ansa

Solo adesso Pedro Sánchez propone all'Ong iberica di fare rotta verso Algeciras. Il comandante si impunta: «Non è possibile, i migranti devono scendere a terra subito». E l'imbarcazione chiede l'ingresso urgente a Lampedusa. Matteo Salvini: «Incredibile e inaccettabile».
In primo piano

Senza Salvini al governo porti aperti agli immigrati

Ansa

  • Il leghista sulla Open arms: «Decisione tua, sarà un precedente pericoloso». A terra le prime autodenunce: siamo maggiorenni.
  • Quei Paesi che ci hanno usati come deposito di esseri umani si sentiranno legittimati a continuare. Sugli under 18, poi, rischiamo il boomerang: le identità farlocche ormai sono un grimaldello.
  • Il responsabile del poliambulatorio di Lampedusa: «Non è colpa dei miei medici se su 13 migranti visitati c'era solo un caso di otite». Disposta un'ispezione sanitaria a bordo. Il camice bianco che ha scritto i referti sulla nave si è laureata nel 2017 e lavora da un anno.

Lo speciale contiene tre articoli.

In primo piano

La vera storia degli ipocriti dell’Ong iberica

Ansa

Open arms aveva tentato di convincere la Spagna a prendersi i migranti. La «solidale» Madrid, però, ha chiuso i porti per prima. Ma se di fronte a Pedro Sánchez gli attivisti hanno chinato la testa, nei confronti dell'Italia hanno iniziato la consueta battaglia politica.
In primo piano

Caso Open arms, arrivano le toghe. Si indaga per sequestro di persona

Ansa

La Procura agrigentina ha aperto un fascicolo sulla base degli esposti presentati dagli avvocati dell'Ong. Matteo Salvini impugna la revoca al divieto di ingresso. Il medico nega l'emergenza: «Gli sbarcati? Non erano malati».
In primo piano

Arriva il governo dell’invasione

Ansa

Ci mancava solo Massimo D'Alema a far da levatrice al governo della vergogna. Ma l'ex presidente del Consiglio ed ex ministro degli Esteri che andava a braccetto con gli hezbollah, alla fine è arrivato a benedire la nascita di un nuovo esecutivo 5 stelle-Pd. Lo ha fatto ricordando che 24 anni fa un colpo di mano, sotto gli occhi compiaciuti di Oscar Luigi Scalfaro, portò alla nascita del governo di Lamberto Dini, mettendo in un angolo Silvio Berlusconi, che aveva vinto le elezioni del 1994, e aprendo la strada alla successiva vittoria di Romano Prodi.
In primo piano

Rinnegati tutti i porti chiusi. Conte si rifà la verginità per il governo dell’invasione

Ansa

Il premier che ieri elogiava «l'85% di sbarchi in meno» adesso attacca l'«ossessione» di Matteo Salvini. Il cambio di rotta clamoroso, benedetto dal Colle, serve a convincere i dem.
In primo piano

Conte bis é già in campagna elettorale per conto dell'Ue

Contenuto esclusivo digitale

Ansa

Il lungo weekend di Ferragosto si è aperto con un doppio scontro al calor bianco sulla questione migranti: dapprima quello tra Matteo Salvini e Elisabetta Trenta, e poi – in termini ancora più clamorosi – quello tra lo stesso titolare del Viminale e Giuseppe Conte che - nella speranza di succedere a se stesso - cerca di acquisire benemerenze anti-salviniane presso i nuovi alleati del Pd e della sinistra e soprattutto presso il partito di Ursula von der Leyen.

In primo piano

Caccia al killer della barista di Reggio Emilia

Ansa

Diffusa la foto di Hicham Boukssid, maggiore indiziato per il delitto della giovane cinese Hui Zhou. È marocchino, ha 34 anni, è in Italia irregolarmente ed è già stato espulso dal nostro paese due volte. Forse è armato e qualcuno lo ha aiutato a fuggire.