Le mani degli stranieri sul governo

Avanzano le trattative tra grillini e leghisti, ma spunta il pressing europeo (soprattutto francese) per un premier che, come Mario Monti, piaccia a Bruxelles. L'opposto di quello che chiedono gli elettori. Del resto, è già successo, no? Nel 2011, siccome Silvio Berlusconi non piaceva più all'Ue, cioè a Nicolas Sarkozy e a Angela Merkel, fu fatto fuori con lo spread e al suo posto insediarono Monti, uno che all'Europa piaceva moltissimo perché aveva la stessa flessibilità di un tedesco del Nord durante l'inverno, cioè zero.
Giuseppe Conte (Ansa)
Il Consiglio dei ministri sospende per soli 15 giorni le multe dell'Agenzia delle entrate e non approva gli aiuti per le imprese in crisi. Un modo per prendere tempo e dare ai traditori il modo di giustificarsi
Ansa
Il costituzionalista Mario Esposito: «Anche se l'esecutivo perde la fiducia, in tempi di emergenza gli aiuti economici e le misure sanitarie fanno parte degli affari correnti. Dpcm e decreti d'urgenza indicano che l'Italia sta diventando un premierato in contrasto con la Carta»
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti

Nuove storie

Trending Topics

Change privacy settings