Le associazioni profamily ringraziano il ministro Salvini per il ripristino dei termini «madre» e «padre» - La Verità
Home
In primo piano

Le associazioni profamily ringraziano il ministro Salvini per il ripristino dei termini «madre» e «padre»

In una nota congiunta le associazioni Pro Vita onlus e Generazione Famiglia, già co-organizzatrici dei Family Day, esprimono grande soddisfazione per il ripristino all'interno dei moduli per la richiesta della carta d'identità dei termini «madre» e «padre», voluto dal Ministro Salvini al posto delle diciture ideologiche «genitore 1» e «genitore 2».

«Esistono coppie di uomini che comprano un bambino affittando l'utero della madre, esistono bambini che convivono con la compagna della madre dopo la disgregazione della famiglia d'origine, esistono bambini privati della figura paterna dopo compravendita di gameti... esistono tante altre situazioni drammatiche, ma non esistono famiglie di due mamme o due papà», dichiara Toni Brandi presidente di Pro Vita onlus.

«I veri trogloditi - afferma Jacopo Coghe, presidente di Generazione Famiglia - sono quelli che negano l'importanza della figura materna e di quella paterna. La società civile si baserà sempre su quella società naturale riconosciuta anche dalla costituzione, che è la famiglia».

In primo piano

L’ambasciatore Usa di cui Trump ha chiesto la testa imbarazza la Lega

Ansa

Armando Varricchio osservato speciale: si espose già con Hilary Clinton alle elezioni e ora flirta con la sinistra americana e italiana.
In primo piano

L’aborto è un crimine ma il vero assassino è la società: le donne sono solo vittime

Ansa

Uccidere un feto è un suicidio differito: così la madre elimina una parte di sé. Perciò abbiamo fondato i Giornalisti per la vita.
In primo piano

«L’unico vero accanimento contro Lambert è quello di chi vuole vederlo morire»

Ansa

  • Il sacerdote e genetista dell'Università Cattolica fa chiarezza sulla situazione clinica del francese: «La sua sola colpa è quella di occupare un letto ritenuto troppo costoso».
  • Non è in fin di vita: come lui in Francia ci sono altre 1.700 persone.
  • Il tribunale di Parigi stabilisce che nutrizione e idratazione debbano continuare. E concede sei mesi di tempo all'Onu per esprimersi sul caso. La madre: «Lo portino in una struttura specializzata». Ma la moglie insiste perché sia ucciso e annuncia altre azioni legali.

Lo speciale contiene tre articoli

In primo piano

Una salernitana può mandare all’inferno la Salernitana

Ansa

La squadra di Claudio Lotito si era salvata d'ufficio. Ora il Coni deve decidere se farà i playout. La patata bollente a una cittadina speciale...
In primo piano

Tridico è il presidente di nessuno. Ma si inventa l’ufficio antipovertà

Ansa

La nomina ufficiale è arrivata in Cdm, però del consiglio di amministrazione non c'è traccia. Il che, in teoria, potrebbe gettare un'ombra di legittimità sui suoi atti. Intanto lui ha avviato la riorganizzazione dell'Istituto.
In primo piano

Il governo tiri fuori i voli di tutti i ministri

Ansa

«Repubblica» si scandalizza per i (pochi) viaggi a spese nostre di Matteo Salvini. Eppure Angelino Alfano e Marco Minniti hanno usato velivoli di Stato più spesso del leghista. E, guarda caso, molti di questi avevano come meta le rispettive zone d'origine degli inquilini del Viminale.
In primo piano

Un’altra indagine su babbo Renzi. E Matteo intanto è pronto a tornare

  • La bella vita dei fratelli Conticini grazie ai soldi della beneficenza. L'indagine sulla presunta appropriazione indebita e il riciclaggio racconta i maneggi con cui 6,6 milioni di dollari sono finiti nella disponibilità dei parenti dell'ex segretario del Pd.
  • Tiziano Renzi, intervistato da Rtv38 (https://www.facebook.com/watch/?v=593637404482860), dice che gli «hanno distrutto un'azienda con 5 milioni di fatturato». Ma dichiarava un organico di sole 6 persone. Sott'inchiesta per la bancarotta dell'ennesima coop.
  • Il Bullo provoca: sotto il 25% non è vittoria. Ma spera che il governo regga per capire cosa fare.

Lo speciale contiene tre articoli.