La morte dei centri storici

  • Spariscono le botteghe tradizionali (e non solo quelle), i residenti invecchiano, i sindaci pensano a fare soldi con le multe in Ztl, gli urbanisti parlano solo di «ricucire le periferie» e lo smart working ha inferto il colpo definitivo. Erano il cuore delle città, ora il loro destino è segnato.
  • Il vicepresidente Ancsa Stefano Storchi: «Ci siamo concentrati per anni sul tentativo di riqualificare i sobborghi dimenticandoci però di creare servizi per chi vive nelle zone più centrali».

Lo speciale contiene quattro articoli

L’umiltà è una virtù, ma fino a un certo punto
Benedetto Croce (Ansa)
Benedetto Croce declinò l’invito di Pietro Nenni a divenire presidente della Repubblica, eventualità di cui aveva parlato anche con Albert Einstein nella loro corrispondenza. Il filosofo si reputò non all’altezza: un grande gesto, però così restano solo i mediocri.
Il ministero orwelliano è già chiuso. Biden perde la faccia sulle fake news
Joe Biden. Nel riquadro, Nina Jankowicz. (Ansa)
L’organismo per il controllo della disinformazione era stato lanciato in pompa magna meno di un mese fa. Ma l’esperta anti trumpiana che lo guidava si è dimessa: troppo faziosa. E il progetto ora è fermo sine die.
Le Firme
In diretta dal lunedì al venerdì alle 7 del mattino e alle 7 di sera
Ascolta tutti i nostri podcast
Guarda tutti i nostri video

Scopri La Verità

Registrati per leggere gratuitamente per 30 minuti i nostri contenuti.
Leggi gratis per 30 minuti
Nuove storie
Trending Topics
Change privacy settings